Con un guizzo sul finale di settimana le quotazioni dell’oro potrebbero essere pronte per ripartire al rialzo

Settimana scorsa ci eravamo lasciati con una certezza, ma anche con una speranza: i ribassisti picchiano duro sull’oro, ma il peggio potrebbe essere già alle spalle. L’evoluzione della settimana appena conclusasi ha visto una conferma delle speranze dei rialzisti.

Dopo qualche seduta di incertezza, infatti, con un guizzo sul finale di settimana le quotazioni dell’oro potrebbero essere pronte per ripartire al rialzo.

La spinta al rialzo sulle quotazioni dell’oro potrebbe essere arrivata dalle nuove sanzioni delle potenze occidentali contro la Russia.

Secondo queste nuove restrizioni è vietato impegnarsi in qualsiasi transazione – comprese le transazioni legate all’oro – che coinvolga “la Banca Centrale della Federazione Russa, il Fondo Patrimoniale Nazionale della Federazione Russa o il Ministero delle Finanze della Federazione Russa”.

La regola vieta effettivamente agli individui – compresi i commercianti d’oro, distributori, grossisti, acquirenti e istituzioni finanziarie – di acquistare, vendere o facilitare le transazioni legate all’oro che coinvolgono la Russia e le varie parti che sono state sanzionate.

Ciò vuol dire che i 100/140 miliardi di dollari in riserve d’oro della Banca Centrale Russa sono bloccati.

Con un guizzo sul finale di settimana le quotazioni dell’oro potrebbero essere pronte per ripartire al rialzo: le indicazioni dell’analisi grafica

L’oro (prezzo in tempo reale) ha chiuso la seduta del 25 marzo in ribasso dello 0,41% rispetto alla seduta precedente a quota 1.954,2 dollari. Anche la settimana si è chiusa con un rialzo del 1,29%.

Time frame giornaliero

Nel breve periodo la reazione al rialzo dell’oro c’è stata, ma per una conferma ci sarà bisogno di ulteriori segnali che potrebbero arrivare da una chiusura giornaliera superiore a 1.971,7 dollari. In questo caso l’obiettivo rialzista più probabile si andrebbe a collocare in area 2.095 dollari (I obiettivo di prezzo). A seguire, poi, gli ulteriori obiettivi rialzisti si collocherebbero in area 2.300 dollari, prima, e 2.500 dollari, poi.

I ribassisti, invece, potrebbero prendere il sopravvento nel caso di chiusure giornaliere inferiori a 1.920,4 dollari. In questo caso lo scenario più probabile per il ribasso è mostrato in figura dalla linea tratteggiata.

oro

Time frame settimanale

La tenuta in chiusura settimanale del supporto in area 1.911 dollari potrebbe favorire lo scenario mostrato sul grafico dalla linea tratteggiata. In questo caso l’obiettivo più probabile è rappresentato da area 2.070 dollari, mentre la massima estensione del rialzo potrebbe andare a collocarsi in area 2.200 dollari.

Al ribasso, invece, lo scenario più probabile è quello mostrato dalla linea continua.

oro

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te