Con questo geniale ingrediente il bucato non puzzerà più di muffa e risparmieremo moltissimi soldi sui detersivi

Abbiamo gli armadi pieni di detersivi, di tutte le forme e profumazioni. E allora perché il nostro bucato a volte puzza? Il problema può dipendere da diversi fattori.

L’ambiente umido della lavatrice, ad esempio, unito ai residui di sporco e di detersivo presenti nella stessa, sono solo alcune delle cause che possono scatenare i cattivi odori. Per questo motivo il primo consiglio è di estrarre la biancheria dalla lavatrice, appena questa ha terminato il lavaggio.

Ricordiamoci anche di tenere sempre aperto l’oblò quando l’elettrodometico non è in funzione.

Tornando alla puzza, invece, ecco come risolvere questo problema tanto fastidioso. Esiste, infatti, un prodotto molto utile e naturale che ci aiuterà a migliorare il problema. Ecco di cosa stiamo parlando.

Con questo geniale ingrediente il bucato non puzzerà più di muffa e risparmieremo moltissimi soldi sui detersivi

Il bucato che puzza di muffa è una delle cose più fastidiose che possa esistere. Dopo che abbiamo selezionato i capi da lavare, preparato e caricato la lavatrice, aprire l’oblò e sentire la puzza di muffa è una sensazione orribile.

Succede soprattutto con tessuti spessi e spugnosi, come gli asciugamani, ma può succedere anche con vestiti normali. A tal proposito, ricordiamo che è questa la temperatura perfetta per lavare gli asciugamani e per averli sempre igienizzati e morbidissimi.

Ecco l’ingrediente perfetto per ridurre la puzza di muffa sul bucato

Tra i più potenti alleati del bucato ci sono gli oli essenziali. Questi prodotti vantano proprietà antibatteriche e antisettiche, il che vuol dire che contrasteranno la formazione dei cattivi odori sui nostri capi.

Basterà aggiungere 10 gocce di olio essenziale a 25 ml di detersivo o ammorbidente per notare i risultati sin dal primo lavaggio. Inoltre, gli oli essenziali rilasceranno una delicata fragranza profumata sui capi, motivo per cui l’unico prodotto che dovremo acquistare sarà un detersivo senza profumo. Ecco perché con questo geniale ingrediente il bucato non puzzerà più di muffa e risparmieremo moltissimi soldi sui detersivi.

Attenzione perché sono questi i più indicati

Non tutti gli oli essenziali, però, sono idonei al lavaggio in lavatrice. Dobbiamo, infatti, escludere quelli estratti dalle resine, perché potrebbero macchiare i capi.

Sarà meglio, quindi, scegliere quelli derivati da foglie e fiori, come lavanda o melissa.

Occhio a queste 3 regole

Ecco altre 3 accortezze utili per garantire un buon profumo al nostro bucato. Per prima cosa, ricordiamoci di lavare regolarmente il cestello. Dovremmo, quindi, fare dei lavaggi a vuoto regolarmente.

Questi ci serviranno per disinfettare il cestello dall’interno, eliminando eventuali residui di sporco e incrostazioni di detersivo. Forse non tutti lo sanno, infatti, ma anche il detersivo non sciolto può generare i cattivi odori. L’ideale sarebbe aggiungere al lavaggio a vuoto anche un bicchiere di aceto bianco.

La seconda regola riguarda la divisione dei capi. Facciamo sempre attenzione, infatti, a separare i capi in base al materiale e al colore, per poter lavare ognuno di questi con i gradi e il lavaggio più appropriati.

Infine, è buona norma tenere puliti e profumati anche i cassetti e gli armadi in cui riporremo i vestiti una volta asciutti. Puliamo regolarmente l’interno degli armadi e inseriamo, anche nei cassetti, dei sacchetti di essenze o altri profumatori naturali.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te