Con questi semplici metodi renderemo gli accessori per il trucco puliti e durevoli

Migliorare il proprio aspetto è da secoli un’occupazione cara all’uomo. Sì, senza, distinzione, uomini e donne hanno cercato con diversi metodi di rendersi più belli per sé e per piacere agli altri. Tipico esempio gli Egiziani. Presso questo antico popolo la bellezza del corpo era fondamentale. Sono stati ritrovati addirittura papiri con formule di creme per le rughe. Famosi i geroglifici e altre immagini con Egiziani dagli occhi bistrati. Presso i Romani addirittura il grande Ovidio tratta dei rimedi di bellezza nell’opera Medicamina faciei femineae, “I trucchi delle donne”.

Curare il proprio aspetto ci rende sicuri, a posto, ci può aiutare nel gioco della seduzione. Fidi compagni sono ombretti, fondotinta, correttori, mascara e creme varie. Usiamo giornalmente truccarci e spesso non prestiamo attenzione allo stato degli applicatori. Col tempo possono sporcarsi troppo. Vediamo, quindi, cosa fare per pulirli.

Con questi semplici metodi renderemo gli accessori per il trucco puliti e durevoli

  1. Prima di tutto svuotiamo il nostro beauty case. Selezioniamo ciò che dobbiamo pulire e separiamo spugnette dai pennelli.
  2. Puliamo il beauty con delle salviettine imbevute o, meglio, con dell’ovatta e qualche goccia di acqua micellare. All’interno, infatti, può esserci un po’ di polvere di ombretto o cipria.
  3. Prendiamo i pennelli e passiamoli sotto il getto d’acqua del rubinetto. Poi immergiamoli in un bicchiere d’acqua e sapone neutro. Aiutandoci coi polpastrelli elimineremo i residui di trucco. Tamponare con della carta assorbente e far asciugare mettendo i pennelli con le setole sporgenti da un piano. In questo modo eviteremo spiacevoli pieghe. Un altro metodo consiste nel fare una cremina con acqua e bicarbonato (si può aggiungere una goccia di detersivo per i piatti) e utilizzarla sui pennelli. Sciacquare e asciugare.
  4. Le spugnette rotonde da cipria possono essere lavate con acqua e sapone neutro, così come gli applicatori per ombretto. Se troppo sporchi, possiamo utilizzare un po’ di olio di mandorle con delle gocce di teatree. Questo è un ottimo olio essenziale da usare sempre con un olio vettore. Lavare e asciugare bene prima dell’uso.
  5. Per quanto riguarda il pennellino del mascara, si può togliere il liquido residuo con un tovagliolino. Poi bisogna metterlo qualche minuto in acqua tiepida. Quando il liquido si annerisce, cambiarlo. In ultimo, si può immerge in un bicchiere con acqua e qualche goccia di alcool per igienizzarlo. Sciacquare bene ed asciugare. Il piegaciglia si può pulire con un batuffolo di cotone bagnato con acqua e una goccia di alcool.

Piccolo accorgimento per recuperare ombretti e ciprie in frantumi

Se svuotando il beauty case ci accorgiamo di un ombretto o della cipria rotti, niente paura. Svuotiamo la polvere su un foglio di carta o cartoncino, ricompattiamo il tutto con una goccia di olio di mandorle e poi mettiamo l’impasto nel contenitore. Ombretti e ciprie torneranno utilizzabili.

Abbiamo imparato che con questi semplici metodi renderemo gli accessori per il trucco puliti e durevoli.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make-up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te