Con questi segreti delle migliori sartorie non rovineremo più i nostri abiti di lino quando li laviamo e stiriamo

Il lino, si sa, è un tessuto meraviglioso. Leggerissimo, adatto per l’estate, elegante, duraturo, resistente. Però molto difficile da stirare e tenere ben piegato. Per questo motivo abbiamo deciso di svelare questi segreti. Con questi segreti delle migliori sartorie non rovineremo più i nostri abiti di lino quando li laviamo e stiriamo.

Come lavare il lino

Un primissimo consiglio è quello di lavare il lino in acqua utilizzando solamente del sapone neutro e non i detersivi commerciali.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Smartwach XW6

Questi detersivi, infatti, contengono quelli che vengono definiti “azzurranti”. Gli azzurranti sono sostanze che si depositano sul colore di fondo alterando la tonalità, e a volte anche il colore stesso.

Fare sempre in acqua fredda i primi lavaggi dei capi di lino.

Meglio non versare il sapone direttamente sul tessuto ma mescolarlo all’acqua prima di lavarlo.

Mai usare per il lino i prodotti che si utilizzano per la lana, come l’ammorbidente, che gonfia il filo di lino e lo rende meno resistente.

Se si deve utilizzare la candeggina, si devono lavare i capi in acqua fredda e poi risciacquare per bene. Al posto della candeggina usare acqua ossigenata se possibile

Trattare le macchie nei tessuti di lino

Vino. La macchia di vino rosso è un incubo per i vestiti, soprattutto per quelli chiari. Il segreto è quello di coprirla subito con del vino bianco. Oppure tamponare la macchia con sale e aceto bianco o sale e succo di limone. Risciacquare il capo subito dopo e con abbondante acqua.

Cera. Cercare di eliminare quanta più cera possibile con una spatola o comunque con un oggetto simile, non tagliente. Posizionare poi il tessuto tra due strati di carta assorbente e stirare finché non viene via tutta la cera. Assolutamente non lavare!

Sangue. Sciacquare immediatamente con acqua fredda. Se la macchia non è fresca, insaponare, lasciare in ammollo per qualche minuto e strofinare. Alla fine sfregare leggermente con l’aceto bianco e risciacquare.

Olii, grassi, salse o trucchi. Rimuovere con una spatola o altro arnese simile la parte solida. Trattare con trielina e borotalco al fine di evitare aloni. Infine spazzolare e lavare.

Come stirare il lino

Con tessuto umido stirare a ferro molto caldo oppure anche a vapore, stirando il rovescio e, se necessario, anche il dritto.

Se i capi presentano decorazioni o lamè, stirare a temperatura bassa e con un panno in mezzo.

Abbiamo visto, dunque, perchè con questi segreti delle migliori sartorie non rovineremo più i nostri abiti di lino quando li laviamo e stiriamo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te