Con questi due apparecchi in bagno e col phon spesso acceso, la bolletta dell’energia si impennerà inesorabilmente

Quello che sta avvenendo nel campo dell’energia ha pochi riscontri col passato. I costi di luce e gas sono schizzati alle stelle e risparmiare diventa impellente. Molti si concentrano sugli elettrodomestici della cucina ma anche in bagno i consumi si impennano se non si adottano efficienti politiche di risparmio.

Per molti la cucina è il luogo di massimo consumo dell’energia. Effettivamente il maggior numero di elettrodomestici si concentra in questa stanza. Inoltre, molti di questi sono grandi apparecchi, come frigo, lavatrice, lavastoviglie, forno. A differenza di altri elettrodomestici il frigo funziona 24 ore su 24, ma con alcuni accorgimenti si può abbassare il consumo di questo apparecchio. In particolare si possono evitare 3 errori che possono fare salire la fame di energia del frigo.

Un altro modo per ridurre la bolletta della luce in generale, e non solo in cucina, è quella di acquistare energia a prezzo più basso. Chi vuole adottare questa soluzione può scegliere due strade. La prima prevede di cercare sul mercato l’offerta migliore per le proprie esigenze. La seconda è quella di affidarsi ai gruppi di acquisto dell’energia.

Con questi due apparecchi in bagno e col phon spesso acceso, la bolletta dell’energia si impennerà inesorabilmente

Anche il bagno è un luogo di grande consumo dell’energia che spesso, però, sottovalutiamo. Quando pensiamo al bagno ci viene in mente il phon, ma questo elettrodomestico non è l’unico che in questa stanza consuma energia. Non pensiamo quasi mai agli scaldabagni elettrici e per niente alle piastre per capelli. Eppure questi due apparecchi consumano molto. In proporzione, la piastra per capelli è tra gli elettrodomestici che ha il maggiore consumo. Per fortuna non viene utilizzata per ore, anche se questo apparecchio potrebbe funzionare anche per molti minuti al giorno a seconda dei componenti della famiglia.

Può sembrare incredibile ma una volta accesa la piastra può impegnare i 2/3 dell’energia dell’abitazione, come per il phon. Molti avranno vissuto l’esperienza del salto della luce in casa quando si attacca il phon alla presa mentre funzionano forno elettrico e lavatrice Una piastra per capelli può impegnare una potenza che varia da 0,7 kW fino a 2,5 kW. Immaginiamo un consumo medio alla potenza di 1,5 kW per mezzora. Il costo sarà di 0,3 euro per kWh x 0,5 ore x 1,5 kW di potenza, in termini economici circa 20/22 centesimi.

Quanto consuma un boiler

Con questi due apparecchi la bolletta si impennerà senza un uso moderato soprattutto del boiler. Infatti soprattutto lo scaldabagno elettrico manda in orbita la bolletta dell’energia. Una famiglia di 3 persone per mantenere una temperatura di 45 gradi può arrivare a consumare fino a 120 kW al mese. In termini economici, il costo si tradurrà in una spesa tra 30 e 40 euro mensili.

Chi vuole scoprire quanto consuma lo scaldabagno elettrico deve fare questo calcolo. Controllare sul manuale dell’utente il consumo di watt ogni giorno della resistenza elettrica. Moltiplicare per il costo dei kilowatt per ora indicati nella bolletta e moltiplicare il risultato per 30.

Approfondimento

Alcune famiglie stanno per ricevere questa bolletta stratosferica ma per evitare la bruttissima notizia si può fare in questo modo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te