Con questi accorgimenti eviteremo lo stress per il nostro cane in vacanza

Se vogliamo portare il nostro amico a quattro zampe con noi in vacanza dobbiamo sapere che per lui/lei può rappresentare una forma di stress acuto dovuto all’irrompere di una situazione insolita.

Lo è il viaggio in auto, il cambio di ambiente e di abitudini, l’improvviso irrompere di afa e temperature alte. Noi di Proiezionidiborsa ci siamo occupati diverse volte di come riconoscere e aiutare il nostro pet per problematiche sia di tipo comportamentale che relative alla salute e possiamo approfondire qui.

I sintomi dello stress

Numerosi esperti veterinari concordano sul fatto che ci sono alcuni segnali che ci indicano che il nostro cane è stressato e dobbiamo riconoscerli per poter adottare degli accorgimenti nei suoi confronti.

Il cane inizia ad ansimare e il battito cardiaco è accelerato così come aumenta pure la frequenza respiratoria al punto da sembrare in affanno.

Altri atteggiamenti che possono metterci in allarme sono la sua improvvisa timidezza e scarsa voglia di giocare oppure il manifestarsi particolarmente aggressivo. Inizia a tremare, sbava e urina in modo incontrollato.

Con questi accorgimenti eviteremo lo stress per il nostro cane in vacanza

Un modo per prevenire lo stress è quello di abituarlo gradualmente al cambiamento. Ad esempio, se normalmente non viaggia, possiamo iniziare ad abituarlo in auto per piccole tratte e poi via via per viaggetti più lunghi.

Dobbiamo anticipare la novità della vacanza e introdurre nella sua realtà ordinaria, prima della partenza, i nuovi stili di vita cui sarà costretto in vacanza.

Come aiutarlo

Un cane irrequieto e nervoso o di contro ripiegato su sé stesso può rendere pesante anche la nostra vacanza, quindi ci conviene aiutarlo a vincere il cambiamento.

Un primo suggerimento per il viaggio può essere quello di fare una sosta almeno ogni due ore e proporre spesso un po’ d’acqua.

Alcuni medici veterinari consigliano di mettere un oggetto o un proprio indumento all’interno del trasportino per rassicurarlo.

Inoltre, non dobbiamo mai forzarlo ad entrare nella nuova dimora. Lasciamogli il tempo di capire e accogliere la nuova abitazione.

Come gestire le soste

Spesso l’asfalto è bollente, quindi preferiremo farlo camminare su aree verdi. Non dobbiamo mai lasciarlo in auto nemmeno con i finestrini aperti e se si rifiuta di bere o mangiare non dobbiamo insistere.

Soprattutto per il cibo, il caldo può provocargli una certa (e passeggera) inappetenza.

Con questi accorgimenti eviteremo lo stress per il nostro cane in vacanza e saremo attenti al suo stato emotivo che se non è dei migliori si ripercuote anche su noi stessi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te