Con la ripresa della Borsa di Milano questi 3 titoli metteranno il turbo

Gli ultimi dati sul PIL italiano hanno mostrato una crescita dell’economia nazionale da boom economico. Una forte crescita del prodotto interno favorirà il rialzo della Borsa italiana, che potrebbe già cominciare ad agosto.

Gli Esperti di ProiezionidiBorsa hanno individuato 3 settori che possono essere tra i favoriti dal rialzo delle quotazioni. All’interno di questi tre settori, hanno individuato 3 azioni con un forte potenziale rialzista.

Con la ripresa della Borsa di Milano questi 3 titoli metteranno il turbo, ovvero Geox, Eni e Unicredit. Geox, perché la crescita delle esportazioni e il rilancio dell’economia nei Paesi più ricchi favoriranno il settore del lusso. Eni, perché la ripresa economica farà crescere la domanda d’energia. Unicredit perché in Italia le banche sono il settore che più ha sofferto dalla crisi economica ed ha ampi margini di recupero dei prezzi.

Con la ripresa della Borsa di Milano questi 3 titoli metteranno il turbo

Partiamo da Eni. Il titolo (MIL:ENI) non ha ancora annullato le perdite patite nel febbraio-marzo del 2020, nonostante il forte rimbalzo di novembre dello scorso anno. Da diversi mesi l’azione si sta muovendo all’interno di un canale orizzontale (un rettangolo). Il limite inferiore è a 9,5 euro circa e il limite superiore a 10,70 euro circa. Il superamento degli 11 euro darà un forte impulso ai prezzi e gli spingerà al primo target in area 12,6/13,0 euro. Invece, con una chiusura settimanale sotto i 9,5 euro i prezzi inizieranno una nuova fase ribassista.

Unicredit punta nuovamente in alto

Unicredit ha appena manifestato interesse per una parte degli asset di Monte dei Paschi di Siena. Attraverso l’acquisizione delle attività sane di MPS, la banca milanese rafforzerà il suo business. L’azione è in recupero dall’ottobre del 2020, quando i prezzi hanno sfiorato il minimo storico appena sopra i 6 euro. Adesso Unicredit viaggia attorno ai 10 euro. Il proseguimento della fase rialzista, momentaneamente interrotta a giugno, arriverà con superamento degli 11 euro. La violazione di questo ostacolo spingerà le quotazioni prima a 12 euro e poi a 14 euro, area di massimo toccata nel febbraio 2020. Al ribasso solo una chiusura settimanale sotto 9 euro determinerà una nuova fase discendente.

Le opportunità di Geox

Il titolo Geox tra fine ottobre e inizio novembre del 2020 ha toccato il suo minimo storico a circa 0,45 euro. Da quel momento è iniziato il recupero, che ha permesso ai prezzi di raddoppiare in 6 mesi. Le ultime 2 settimane di luglio sono state molto positive e al momento dell’analisi l’azione quota a 1,16 euro. Il superamento del massimo di maggio a 1,27 euro aprirà la strada per il raggiungimento di 1,33 euro e successivamente 1,45 euro. Una chiusura sotto 1,00 euro determinerà una nuova fase ribassista.

Approfondimento  

“Una valanga di denaro su questi 2 titoli che promettono ancora super guadagni”

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te