Compravendita di quote di s.r.l. a costo zero

La compravendita di quote di s.r.l. non quotate a costo zero è possibile. Niente più notai e commercialisti che fanno lievitare i conti. Ma per fare questa procedura, che va sotto il nome di “intestazione conto terzi” ci sono dei paletti da dover tenere presente. Questa soluzione  introdotta nel 2015 con l’Investment Compact  è attuabile da chi investe nel capitale di start-up e PMI innovative tramite piattaforme online autorizzate da Consob.

Tre anni dopo questa opportunità è stata estesa a tutte le società a responsabilità limitata che completano un aumento di capitale attraverso gli stessi portali di investimento online.

La centralità dei portali di equity crowdfunding

La strada per diventare socio di una s.r.l. e successivamente svincolarsi dall’investimento senza doversi rivolgere ad un professionista e senza nessun costo da sostenere è di rivolgersi ai portali di equity crowdfunding.

Il primo caso in Italia

La cessione di quote di una s.r.l. evitando di rivolgersi ad un professionista è avvenuta per una start-up che aveva pubblicato la propria offerta su WeAreStarting.  La cessione ha riguardato quote di minoranza, inizialmente acquisite da un investitore per 1.000 €. Quest’ultimo, che aveva optato proprio per il regime alternativo, dopo meno di un anno, ha potuto cedere le quote con una plusvalenza del 40%. Al netto delle tasse pari al 26% del guadagno generato, ha permesso un rendimento effettivo del proprio investimento del 29,6%.

Compravendita di quote di s.r.l. a costo zero: i vantaggi

Tramite il servizio Directa SIM è possibile scambiare le quote detenute con una procedura estremamente snella e senza sostenere nessun costo. Quando si effettua un investimento utilizzando il Regime Alternativo di Intestazione delle Quote, offerto gratuitamente agli investitori di WeAreStarting, il nome della società di Intermediazione comparirà in visura della S.r.l. al posto di quello dell’investitore; di conseguenza Directa SIM è tenuta a mantenere e gestire il registro delle transazioni che attestano l’effettiva proprietà delle quote. Gli investitori sono quindi liberi di trasferire le proprie partecipazioniad altri utenti compilando un modulo apposito per comunicare l’ordine alla SIM.

Approfondimento

Come scoprire se un bilancio di una società è falso?

Consigliati per te