Comprare Centrale del Latte d’Italia significa investire su una società al momento sottovalutata dell’80%

Ci sono molti titoli interessanti quotati a Piazza Affari, e fra questi guardiamo con attenzione a Centrale del Latte d’Italia SpA . La società produce e commercializza prodotti lattiero-caseari in Italia. Il titolo (MIL:CLI) in questo momento sale del  3,06% e si porta a 2,36. Da inizio anno ha segnato il minimo a 1,73 ed il massimo a 2,80.

Cosa attendere da ora in poi?

La nostra view è la seguente: comprare Centrale del Latte d’Italia significa investire su una società al momento sottovalutata dell’80%.

Andiamo ad analizzare i bilanci  degli ultimi anni e i giudizi delle case di brokeraggio.

Dalle comunicazioni societarie leggiamo che si prevede che i guadagni cresceranno del 40,55% all’anno.

Leggiamo una raccomandazione di altri analisti e questa proietta un fair value a 4,50. Invece, la nostra valutazione basata sul modello del discounted cash flow calcola un prezzo obiettivo a 4,26.

Comprare Centrale del Latte d’Italia significa investire su una società al momento sottovalutata dell’80%

Ora andiamo a  studiare invece i grafici di breve, medio e lungo termine. Il titolo ha raggiunto il massimo poliennale nell’anno 2004 mentre il minimo è stato toccato a 1,304 nel 2012.

Dove sono dirette le quotazioni nei prossimi 12 mesi? Alla sottovalutazione calcolata si abbina una tendenza rialzista? Ci sono pattern che indicano che la strada sarà al rialzo?  La nostra risposta è affermativa.

Però mettiamo subito in guardia il Lettore da un pericolo e questo è insito nella bassa capitalizzazione della società (attuale di circa 32 milioni di euro). L’investimento in società con basso flottante potrà subire forti escursioni dei prezzi e quindi essere soggetto ad alta volatilità e potrebbe portare anche a forti perdite prima di poter liquidare la propria posizione azionaria. Per questo motivo si raccomanda di non sovrappesare la posizione.

Strategia di investimento

Comprare il titolo ai prezzi attuali con stop di lungo termine a 2,25 e mantenere in ottica di almeno 12 mesi. Il nostro giudizio è Strong Buy Long terme.

Si procederà per step.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te