Cominciano ad arrivare i rimborsi dei voucher viaggio inutilizzati

L’attuale emergenza da Covid 19 ancora in corso, con i conseguenti provvedimenti adottati per il suo contenimento, ha reso impossibile viaggiare a un gran numero di persone. Ci sono state disdette sia per quanto riguarda i viaggi che i pacchetti in cui erano inclusi anche i pernottamenti.

Le agenzie turistiche hanno arginato temporaneamente il fenomeno, soprattutto durante il primo lockdown, attraverso l’emissione di voucher. Adesso buona parte di questi sta per scadere dato che la loro validità era prevista per un anno. I consumatori, inoltre, sono impossibilitati ad utilizzarli. E ciò poiché l’attuale incertezza non permette di programmare nulla.

Tuttavia c’è una buona notizia per chi aveva già provveduto a pagare in anticipo. Cominciano ad arrivare i rimborsi dei voucher viaggio inutilizzati.

Cosa prevede la normativa in merito

La Commissione Europea e l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato hanno riconosciuto come prevalente la disciplina del codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo (D.lgs. 79/2011).

La disciplina prevede che, decorsi i 12 mesi dall’emissione del voucher senza che questo sia stato utilizzato, e vi sia la possibilità di fruirne per il tempo eventualmente residuo alla sua scadenza, il consumatore conservi e quindi possa esercitare il diritto al rimborso delle somme anticipate per il viaggio. Tali importi saranno corrisposti entro le tempistiche indicate dall’agenzia di viaggi. O comunque dall’organizzatore.

In caso di insolvenza o fallimento di quest’ultimo, in caso di pacchetti turistici, attraverso la legge del 17 luglio 2020, n. 77 è stato comunque stanziato un fondo presso il Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo che indennizzerà i consumatori.

Cosa deve fare chi ha un voucher viaggio inutilizzato

Al momento della stesura dell’articolo, se non vi saranno ulteriori aggiornamenti della normativa in materia, il consumatore può chiedere il rimborso del voucher.

La richiesta di rimborso può essere fatta sia nel caso che non si possa utilizzare il voucher per cause di forza maggiore, sia nel caso non lo si voglia utilizzare.

Quindi, cominciano ad arrivare i rimborsi dei voucher viaggio inutilizzati.

Approfondimento

Quando è possibile chiedere il rimborso dell’assicurazione auto

Consigliati per te