Come verificare in modo gratuito e semplice se la propria mail ha subito una violazione

Le mail di spam sono un problema comunissimo, oltre a essere il primo veicolo di diffusione di virus, link sospetti e altri malware. La diffusione enorme delle applicazioni di messaggistica ha di certo rappresentato un grosso problema per la sicurezza informatica. Ma il furto di dati tramite indirizzi e caselle e-mail resta uno dei modi preferiti dai malintenzionati per introdursi negli account dei malcapitati.

Ci sono moltissimi modi per proteggersi, fortunatamente. A partire da un paio di accorgimenti semplicissimi. Oggi gli esperti della Redazione di ProiezionidiBorsa.it vogliono condividere con i Lettori alcuni di questi consigli e un metodo infallibile per scoprire se si è già subito una violazione della propria casella di posta elettronica.

Come verificare in modo gratuito e semplice se la propria mail ha subito una violazione

Cominciamo da cosa si può fare per proteggersi efficacemente. I consigli sono pochi, facili ed efficaci. In primis, attivare un filtro antispam sulla propria casella email. Molti provider di servizi come Google e Aruba sono già forniti di questo sistema in automatico. Ma si può ‘giocare’ con le impostazioni per renderlo ancora più efficace. L’autenticazione in due fattori, per esempio, è sicuramente un’opzione da attivare.

Un altro consiglio di sicura efficacia è quello di utilizzare un client di posta elettronica esterno. Normalmente tutti utilizzano infatti il gestore delle mail interno al browser web, semplicemente navigando all’indirizzo del proprio fornitore di servizi. Utilizzando invece un programma apposito, appunto il client, si potrà avere un livello di sicurezza maggiore e stare decisamente più tranquilli. Uno dei migliori è sicuramente Thunderbird, sviluppato da Mozilla – la stessa azienda che si occupa di Firefox, uno dei migliori browser web quando si parla di stabilità e sicurezza dei dati.

Come verificare in modo gratuito e semplice se la propria mail ha subito una violazione

Veniamo dunque al famoso metodo per capire se i propri dati sono stati violati o no. Si tratta di usare un applicativo web che risponde al nome di Have I Been Pwned?.
Basterà inserire sul sito, nell’apposito campo, l’indirizzo mail che si vuole verificare. Sarà il motore di ricerca a restituire, nella pagina successiva, se c’è qualcosa che non va e come si può rimediare.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te