Come utilizzare gli integratori alimentari per evitare gravi problemi alla salute che spesso non conosciamo

Sempre più studi si concentrano sull’importanza dell’alimentazione e il rischio di malattie. Infatti, ciò che mangiamo determina almeno in parte il nostro stato di salute.

Alcuni cibi hanno il potere di ridurre i rischi di malattie cardiovascolari o addirittura riducono l’incidenza di alcuni tumori. Abbiamo spiegato in un articolo che pochi sanno che questo pesce amatissimo abbassa velocemente trigliceridi, colesterolo e pressione alta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Proprio a questo proposito, il pesce è un alimento tendenzialmente sano e ricco di antiossidanti. Queste sostanze naturali contenute in alcuni cibi sono capaci di contrastare la formazione dei radicali liberi. I radicali liberi si formano in seguito a reazioni di ossidazione e sono responsabili dell’invecchiamento cellulare e di malattie cardiovascolari.

I cibi che consumiamo, infatti, spesso ci aiutano proteggendo i nostri organi più importanti dall’invecchiamento. Se vogliamo ridurre i rischi di malattie neurodegenerative dobbiamo sapere che proteggere il cervello dall’invecchiamento è possibile consumando questi 8 cibi.

Oggi vogliamo spiegare come utilizzare gli integratori alimentari per evitare gravi problemi alla salute che spesso non conosciamo.

Infatti, sebbene siano in grado di catturare i radicali liberi, gli integratori contenenti antiossidanti sembrano avere anche effetti negativi sulla salute. Se usati in grandi quantità infatti potrebbero portare disturbi molto seri.

Spieghiamo nel dettaglio cosa emerge da questi studi sugli antiossidanti e perché non dovremmo assumerne troppi.

Come utilizzare gli integratori alimentari per evitare gravi problemi alla salute che spesso non conosciamo

Questo è ciò che sostengono 2 studi pubblicati su Science Translational Medicine e su Nature e riportati dalla Fondazione Veronesi. Queste 2 ricerche sono state condotte su alcuni topi.

I ricercatori hanno trapiantato a questi animali cellule colpite da melanoma. Hanno poi somministrato ai topi dosi elevate di integratori alimentari contenenti antiossidanti.

Una dose equivalente ad un grammo per litro è capace di velocizzare il percorso di formazione delle metastasi.

Ricordiamo ai Lettori che questo studio si riferisce agli integratori di antiossidanti e non ai cibi contenenti antiossidanti.

Inoltre, teniamo presente che gli antiossidanti contenuti negli integratori si rivelano pericolosi nei pazienti colpiti da un melanoma. Assumerli finirebbe per aggravare le condizioni dei pazienti malati. Questi integratori di antiossidanti neutralizzerebbero le molecole capaci di fermare la progressione del tumore.

Consigli

Le evidenze di questi studi ci suggeriscono che laddove possibile è sempre meglio preferire antiossidanti assunti attraverso i cibi. Quindi gli esperti consigliano di assumere gli integratori con moderazione.

Come abbiamo visto, purtroppo gli integratori alimentari contenenti antiossidanti possono accelerare la progressione del tumore in pazienti malati.

Mangiamo sempre molta frutta e verdura per mantenerci sani proteggendo le cellule dai radicali liberi. Si tratta di una soluzione più sicura, semplice e meno costosa rispetto all’uso di integratori.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te