Come trovare la felicità in sé stessi, seguendo il percorso giusto

Tutti noi ogni tanto ci chiediamo come possiamo fare per essere più felici. In particolare, ci chiediamo che cosa ci renda felici e cosa possiamo fare per ottenerlo. Ma non siamo tutti uguali, e ciascuno cerca cose diverse. Vedremo oggi che in particolare possiamo dividerci in due gruppi, ciascuno con il suo percorso.

Per farlo, ci serviremo della saggezza degli antichi greci. Ecco quindi come trovare la felicità in sé stessi, seguendo il percorso giusto.

L’Epicureismo

L’Antica Grecia ci lascia due scuole di pensiero principali che ci possono portare alla felicità. La prima è l’Epicureismo, dal celebre pensatore chiamato Epicuro. Egli diceva che la felicità si raggiunge tramite l’”atarassia”, ovvero la fuga da ciò che è spiacevole. Per cui, secondo l’Epicureismo, bisogna cercare di distrarsi quando siamo in difficoltà, facendo qualcosa di piacevole. Inoltre, se gli obiettivi che ci siamo dati sono troppo difficili, possiamo abbassare le nostre aspettative, ed accontentarci di meno.

Lo Stoicismo

Per gli Stoici invece l’approccio è opposto: il loro insegnamento è quello di impegnarsi tutta la vita per perseguire i propri obiettivi. Non importa quanto grandi siano i sacrifici da compiere, dovremo sopportarli ed andare avanti. Una volta raggiunto ciò che vogliamo, saremo finalmente felici. Al giorno d’oggi, questo approccio è seguito da molte persone di successo.

Quale scegliere?

Per capire che strada scegliere, dobbiamo farci una domanda: siamo più epicurei o più stoici? Se siamo epicurei, e preferiamo una vita tranquilla e lontana dalle preoccupazioni, allora dobbiamo contenere il nostro stress.

Se invece pensiamo di essere stoici, allora è bene che ci lanciamo in imprese difficili, e che attraversiamo mari e monti per raggiungere il nostro obiettivo. Nel caso non lo facessimo, ci sentiremmo tristi ed abbattuti.

Ma per molti non è così chiaro che cosa scegliere. Nessun problema: si può fare un mix dei due approcci. Possiamo impegnarci tantissimo nel nostro lavoro, ma lasciare anche spazio per la vita personale. Possiamo stringere i denti di fronte alle difficoltà, ma a volte lasciar perdere senza rimpianti.

Queste sono quindi le due strade da seguire. E se proprio non sappiamo scegliere, proviamo a bilanciare l’una e l’altra: i risultati sono assicurati. Ecco come trovare la felicità in sé stessi, seguendo il percorso giusto.

Consigliati per te