Come trovare i funghi porcini a settembre con questa pratica guida per non sbagliare mai

L’autunno alle porte ci indica che la stagione dei funghi porcini sta finalmente arrivando. Il periodo ideale per andare a caccia di questo alimento prelibato comincia proprio da settembre. Trovarli non è così facile come sembra e il rischio è quello di incappare in una ricerca a vuoto.

In questo articolo, però, vedremo che tutto sarà più semplice. Infatti, non serve per forza essere degli esperti per tornare a casa con qualche gustoso fungo in tasca, ma basta saper cercare. Vediamo allora dove andare e come fare per avere tutto l’occorrente per preparare un gustoso piatto di stagione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Come trovare i funghi porcini a settembre con questa pratica guida per non sbagliare mai

Prima di partire per la nostra ricerca è importante sapere che il fattore che più fortemente ne influenzerà l’esito sarà il clima. Alcune giornate sono più indicate di altre e aumentano le nostre probabilità di successo.

Per sperare di trovare qualche funghetto ci converrà aspettare le piogge che anticipano qualche giornata calda. Ma non usciamo subito, perché i porcini in media ci mettono un paio di settimane per sbucare dal terreno. L’umidità alternata al calore ne favorirà la crescita costante e duratura.

Per non sbagliarci, sappiamo che la temperatura ottimale per la crescita dei porcini si dovrebbe aggirare tra i 15 e i 25 gradi. Occhio al nemico numero uno, il vento. Le forti folate possono rivelarsi un ostacolo insormontabile per lo sviluppo dei funghi.

I boschi sono il regno dei funghi e il loro habitat ideale

Forse lo sapremo già, ma avremo molte più possibilità di trovare i porcini se li cerchiamo nei boschi. Ne potrebbero essere particolarmente ricchi quelli di pino, faggio e quercia. Bisogna essere degli attenti osservatori, perché i funghi si mimetizzano con l’ambiente circostante e una semplice occhiata a distanza potrebbe farceli sfuggire. Guardiamo soprattutto sotto le foglie o accanto alle piante.

Ricordiamoci poi che un fungo cresce molto rapidamente. Se alla mattina non c’era nel punto in cui abbiamo cercato, potrebbe spuntarvi nel pomeriggio. Ecco, quindi, come trovare i funghi porcini a settembre con questa pratica guida per non sbagliare mai.

La ricetta per un risotto cremoso che diventa una goduria per il palato

Cosa c’è di meglio che un delizioso risotto per utilizzare i funghi appena raccolti? Ecco la ricetta studiata per il nostro pubblico.

Si puliscono, lavano e asciugano bene i porcini, poi si tagliano in fette di circa 7mm di spessore. Quindi, si prepara il brodo vegetale.

Fatto ciò, scaldiamo l’olio e soffriggiamo uno spicchio d’aglio in una padella, poi aggiungiamo i funghi e rosoliamo. Passati 10 minuti, li condiamo con sale e pepe e li togliamo dal tegame. Fondiamo il burro in una padella a parte, poi aggiungiamo la cipolla tritata e cuociamo a fiamma bassa per 10 minuti. Aggiungiamo anche il riso e tostiamo per 2 minuti.

Continuiamo a cuocere il riso, aiutandoci con il brodo. A pochi minuti dalla cottura aggiungiamo i porcini. Una volta pronto spegniamo il fuoco e mantechiamo con burro e parmigiano. Ed ecco pronto il nostro gustoso risotto ai funghi porcini!

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te