Come tinteggiare una parete in modo facile ed economico?

L’estate è sicuramente la stagione perfetta per fare i tanti lavori di casa che sono stati pensati nel corso dell’anno. Un classico lavoro riguarda la pitturazione degli ambienti di casa, magari da fare in autonomia se non si vogliono sopportare grandi spese. Quindi ci si chiede come tinteggiare una parete in modo facile ed economico?

Strumenti e materiali occorrenti

Il punto di partenza è dato dall’acquisto del materiale che si renderà necessario per imbiancare casa. Tra quello che non dovrà mancare ricordiamo quanto segue:

un adeguato numero di secchi di pittura (in base alle superfici), ovviamente col colore a noi gradito o che meglio si intona col resto della casa;

un rullo munito di un bastone sufficiente per raggiungere la soffitta;

un pennello più piccolo a punta tonda (per gli spigoli e le superfici più sottili);

un barattolo di stucco;

una spatola per eventuali lavori sistemazione delle mura (si pensi ai buchi lasciati da quadri che ad esempio abbiamo deciso di spostare);

tutto l’occorrente per proteggere mobili, elettrodomestici e tutto quello che può risultare difficile spostare in altri ambienti;

rotoli di scotch.

Come ottimizzare al meglio il lavoro

Se si sceglie di fare i lavori in economia e non si ha tanta esperienza in materia, può essere più indicato iniziarli di buon mattino. I lavori infatti non devono essere interrotti e gli imprevisti non mancano mai. Buon punto di partenza è quello di spostare la mobilia o fuori dalla stanza da tinteggiare o al centro della stessa e coprirli per bene. In questo modo si lascia libero lo spazio di lavoro. Un’altra accortezza sarà quella di coprire battiscopa, prese elettriche, gli stipiti di porte e finestre con lo scotch. Servirà a proteggerli dalla pittura e a risparmiarci tanto lavoro successivo per pulirli.

L’ideale sarebbe poi procedere un ambiente per volta, magari tinteggiandolo per due volte di seguito. Ma a patto di farlo a distanza di qualche ora, ad esempio la prima  tinteggiatura al mattino e la seconda al pomeriggio. Il colore infatti resterebbe più impresso sulle mura ed eventuali “salti” di pittura avuti nella prima mano sarebbero coperti dalla seconda.

Il colore bianco per le proprie pareti interne è sicuramente il colore più semplice e ‘neutrale’ in assoluto. Scegliendo il bianco, infatti, possiamo anche decidere di non tenere conto delle tonalità di colore presenti nel resto della casa.

Come tinteggiare una parete in modo facile ed economico?

Per avere un lavoro simile a quello dei professionisti questi ultimi dettagli non dovrebbero poi essere dimenticati.

Quanto alla vernice, essa va diluita secondo le precise indicazioni che ci daranno i rivenditori o che sono scritte sulla confezione. Meglio non fare di testa propria se appunto non si è del settore.

Iniziare i lavori dai punti più difficili, vale a dire dagli angoli e dai contorni dalla stanza. Che saranno rigorosamente dipinti col pennello più piccolo.

Sia per il rullo che per il pennello vale sempre la regola secondo cui essi non vanno riempiti di vernice e poi portati sulle mura. Ma vanno prima passati almeno un paio volte sulla griglia per togliere la parte di colore in eccesso.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.