blank

Come tagliare e pulire in profondità cavolfiori e broccoli prima della cottura

Ecco come tagliare e pulire in profondità cavolfiori e broccoli prima della cottura. In gergo tecnico si chiamano “crucifere” in ragione della disposizione dei fiori a mò di croce. Appartengono a questa famiglia di verdure e ortaggi, i cavoli, i cavolfiori, i broccoli e via di questo passo. La croce oltre che visiva potrebbe però essere anche materiale, quando si ha che fare con la  pulitura di questi ortaggi. Infatti tra la particolare consistenza e la loro conformazione a fiori stretti e dalla superficie rugosa, spesso non si sa come fare per pulirli adeguatamente. Pertanto dedichiamo questo approfondimento a come tagliare e pulire in profondità cavolfiori e broccoli prima della cottura.

I rimedi della nonna

Per saperne di più in materia, siamo andati a spulciare vecchi appunti di famiglia in cui le massaie di una volta annotavano i loro segreti culinari. Per ciò che riguarda questi ortaggi, il primo consiglio si rivolge a come incidere le crucifere. Viene consigliato di fare dei tagli per il verso della lunghezza che dal fiore arrivano al gambo. Ciò significa evitare di fare dei tagli orizzontali. Ciò consentirà di prendere visione anche delle parti interne, al fine di tagliare eventualmente via le parti meno fresche o rovinate. Per di più tagli di questo tipo ridurranno il rischio di frantumazione. É infatti molto diversa la consistenza tra la parte area degli ortaggi e i gambi alla base.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Fatto questo, il consiglio numero due consiste nell’aggiungere nell’acqua di cottura, oltre ad una presa di sale anche una modica quantità di aceto di vino. Entrambi infatti si rivelano degli ottimi alleati per la pulizia a fondo in generale e di tali ortaggi in particolare. Specie quando questi presentano una superficie rugosa e “arroccata” con parti incastrate l’una nell’altra. Se poi si vuole stare ancora più sicuri, esiste pure un terzo consiglio.

C’è infatti anche chi consiglia, prima dell’immersione in acqua, di strofinare la superficie esterna dei fiori degli ortaggi con una brusca. Con questo termine, ci si riferisce ad una spazzola a setole ruvide dedicata ovviamente solo ad operazioni di cucina. Verranno così spazzolate via anche le eventuali impurità annidate sulla sommità delle crucifere. Quanto è vero il detto: “croce e delizia”.

Consigliati per te