Come sostituire il latte condensato nel gelato e nei dolci usando la panna e altri ingredienti esaltando il gusto 

Ci sono alimenti che l’uomo ha in comune con tanti animali, innanzitutto il latte. Ricco di nutrienti è il primo cibo dei bambini e accompagna la nostra vita per lungo tempo. Oltre a berlo puro, il latte si usa molto in cucina in ricette sia dolci che salate.

C’è il latte intero, parzialmente scremato, scremato. Particolare è il latte di capra.

C’è un tipo di latte dalla storia abbastanza recente. Si racconta che la sua invenzione si debba alla necessità di conservarlo a lungo. Parliamo del latte condensato. Questo tipo di preparato non è altro che il latte evaporato e zuccherato. Sottoposto, quindi, a lunga cottura perderebbe l’acqua e si addenserebbe. L’uso in cucina del latte condensato è vario. Nei dolci e nelle creme due cucchiai possono sostituire un uovo.

Un’alternativa

Il latte condensato può servire per addensare. Basterebbe ad esempio metterne un po’ nel latte e caffè per fare un cappuccino cremoso e buono. Per quanto riguarda invece il gelato, basterebbe unirlo con le giuste proporzioni alla panna e ad altri ingredienti.

Ci sono diverse intolleranze alimentari e anche al lattosio. Potrebbe darsi pure che non si trovi in giro. In questi casi ci sarebbero delle alternative. La prima consiste nel latte di cocco condensato. Per farlo occorrono una lattina di latte di cocco e 4 cucchiai di zucchero. Mettere tutto in una casseruola, mescolare e portare a bollore, abbassare la fiamma e cuocere mescolando ogni tanto fino a fare addensare il liquido. Lasciare raffreddare e usare in sostituzione del latte condensato. In alternativa, conservare ben chiuso in un barattolo in frigo e usare entro 5 giorni.

Come sostituire il latte condensato nel gelato e nei dolci usando la panna e altri ingredienti esaltando il gusto

Il latte condensato di cocco può essere un valido sostituto di quello classico e darà un gusto particolare ai nostri preparati.

Un altro metodo per sostituire il latte condensato classico è quello di montare 200 ml di panna vegetale con 100 g di zucchero. Dopo unire piano 200 ml di latte di soia continuando a montare. A questa base si possono aggiungere gli aromi preferiti per poi trasferirla nella gelatiera.

Abbiamo visto, quindi, come sostituire il latte condensato con alcuni ingredienti semplici e golosi. Per una preparazione leggermente più lunga, si potrebbero riscaldare 4 tuorli con 250 ml di panna, 250 ml di latte, 60 g di zucchero e del cacao o vaniglia, mescolando.

A parte sciogliere in un pentolino 120 g di zucchero in poca acqua. Versare poi lo sciroppo in una ciotola con 2 albumi e montare a neve. Unire al primo composto, mettere in freezer e mescolare ogni ora per almeno 5 ore.

Otterremo un gelato cremoso senza aver usato il latte condensato ma una specie di meringa. Questo, però, non è adatto agli intolleranti al lattosio.

Lettura consigliata

Come fare un buon gelato al limone in casa, con o senza gelatiera, grazie a questo ingrediente dall’aroma particolare 

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te