Come si riscuotono i premi importanti delle lotterie

Il 6 gennaio è una data fatidica di estrazione, la conosciamo fin da bambini, quella della Lotteria Italia che una volta si chiamava Lotteria di Capodanno. Ma gli italiani riscuotono vincite tutto l’anno e alcune sono assolutamente significative. Ecco come si riscuotono i premi importanti delle lotterie più gettonate.

Le estrazioni del Lotto vincenti

Per le estrazioni del Lotto vincenti, il pagamento avviene in qualsiasi ricevitoria con vincite fino a 543, 48 euro. Oltre questo importo e fino a 2.173 euro, si può prenotare la vincita tramite accredito bancario, presso la ricevitoria che ha emesso la giocata.

Se, però, si gioca presso i punti Lotto presenti in stazioni ferroviarie, aeroporti e autogrill, si può riscuotere la vincita presso qualsiasi ricevitoria italiana. Questa modalità è confermata da apposita dicitura stampata sullo scontrino.

Per la fascia che arriva fino a 10.500 euro, si prenota il premio in qualsiasi ricevitoria presentando lo scontrino vincente. Una volta forniti i dati, si può optare per il ritiro di un assegno circolare presso Banca Intesa. Oppure per il bonifico sul proprio conto bancario o postale.

Cosa fare se lo scontrino è ancora più fortunato

Per vincite di importo superiore è sufficiente presentare lo scontrino fortunato presso uno sportello della Banca Intesa Sanpaolo. O direttamente all’Ufficio Premi Lotterie Nazionali (via Campo Boario 56, Roma), presentando un documento di identità valido e il codice fiscale.

Si compila un apposito modulo che richiede dati e forma di pagamento preferita. Assegno circolare sulla stessa banca oppure bonifico bancario o postale.

Per il ritiro dell’assegno circolare, occorrono non meno di due settimane. Il termine massimo per chiedere il pagamento sono sessanta giorni, dalla data di pubblicazione del bollettino vincite, sulla Gazzetta Ufficiale.

I “Gratta e Vinci” di fascia media e alta

A differenza dei premi inferiori a 500 euro, i “Gratta e Vinci” di fascia media (da 501 a 10.000 euro) sono pagati su prenotazione. Il vincitore si reca nel punto vendita Lottomatica (di solito non è quello dove ha vinto) con un documento e il biglietto. Deve comunicare i suoi dati e la modalità di pagamento prescelta: assegno circolare presso un’agenzia di Banca Intesa Sanpaolo, disposizione di bonifico sul conto bancario o postale.

A chi preferisce l’assegno circolare, viene rilasciato uno scontrino di prenotazione, che deve essere esibito al momento del premio. La prenotazione deve essere effettuata non oltre 45 giorni.

Le vincite di fascia alta vanno reclamate a mezzo raccomandata all’Ufficio Premi Lotterie Nazionali di Roma. Oppure riscosse attraverso gli sportelli di Banca Intesa, che provvedono al ritiro del biglietto e inoltro all’Ufficio Premi, rilasciando apposita ricevuta. Anche in questo caso bisognerà indicare la modalità di pagamento prescelta, tra assegno circolare oppure bonifico bancario e postale.

Anche il premio è tassato

Come si riscuotono i premi importanti delle lotterie, è presto detto. Facendo buon viso alla tassazione in vigore. Che è alta.

Dal primo marzo 2020 sono aumentate le tasse sui premi di importo superiore a 500 euro. Grazie alla legge 27 dicembre 2019 n. 160, la detrazione è pari al 20% ed è applicata esclusivamente alla parte eccedente i primi 500 euro.

 

Consigliati per te