Come si possono guadagnare 6.500 euro investendo 10.000 euro su questo titolo se si verificassero queste condizioni

Per il titolo Generali si può aprire una nuova fase rialzista di lungo periodo, dopo anni di movimento laterale dei prezzi. Il nuovo super dividendo proposto dalla compagnia, di 1,46 euro, potrebbe essere il carburante che fa ripartire la corsa. Gli Esperti di ProiezionidiBorsa hanno analizzato il titolo che ha interessanti prospettive. I nostri analisti hanno calcolato come si possono guadagnare 6.500 euro investendo 10.000 euro su questo titolo se si verificassero queste condizioni.

Il titolo è una molla che presto potrebbe schizzare

Il titolo Generali (MIL:G) è una molla compressa pronta a schizzare una volta liberata. Da 12 anni si muove in un range di prezzi che varia tra 10 euro e 19,5 euro. Per tre volte in questo lasso di tempo, i prezzi hanno provato a violare questa resistenza e per tre volte sono stati rispediti verso i 10 euro. L’azione da qualche mese è in forte ascesa e la scorsa settimana ha superato la soglia dei 17 euro. La prossima tappa è il massimo dello scorso anno a 19,5 euro.  Una volta raggiunta quella soglia si apriranno due scenari, uno positivo e uno negativo.

Come si possono guadagnare 6.500 euro investendo 10.000 euro su questo titolo se si verificassero queste condizioni

Lo scenario positivo prevede una chiusura settimanale oltre 19,5 euro, meglio se questa avvenisse sopra i 20 euro. In questo caso per Generali si aprirebbero le porte di una nuova lunga fase rialzista che porterebbe i prezzi fino a 33-34 euro. Una quotazione che fu raggiunta ad ottobre del 2007.
Immaginando che i prezzi possano salire da 20 euro a 33 euro, sarebbe un rialzo del 65%. Se si verificasse questo scenario, supponendo di investire 10.000 euro, il guadagno sarebbe di 6.500 euro. Ovviamente aleatorio e legato al fatto che effettivamente Generali possa raggiungere i 33 euro. Salire da 20 a 33 euro non è impresa facile. Però, occorre ricordare che da inizio novembre a oggi, i prezzi hanno guadagnato circa il 50% passando da 11,4 euro a 17 euro.

Lo scenario negativo e quello di breve periodo

Ma una volta raggiunta area 19,5/20,0 euro, potrebbe anche verificarsi lo scenario negativo, ovvero che i prezzi tornino a scendere. In quest’ipotesi, è probabile un ritorno a 15 euro e, probabilmente, a 10 euro, se il supporto non reggesse.

Nel breve periodo i prezzi hanno in 17,3 euro una resistenza oltre la quale potranno salire fino a 18,33 euro. A quel livello l’azione chiuderà un gap lasciato aperto il 24 febbraio dello scorso. Invece, a 16,5 euro il titolo ha un supporto. Se i prezzi calassero sotto questo livello, scenderebbero fino in area 15,00 euro.

Approfondimento

I 3 titoli azionari tecnologici che tutti vogliono accaparrarsi perché hanno guadagni eccezionali da anni

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te