Come sfruttare la dolcezza dei fichi secchi in due ricette da peccato di gola

I fichi secchi sono una ghiottoneria difficile da non amare. Prodotti da molte regioni del sud d’Italia come Sicilia, Campania, Puglia e Calabria, sono tra gli alimenti più esportati e commercializzati.

Consumati farciti con frutta secca come mandorle, noci, oppure utilizzati in preparazioni dolci o ricoperti con miele o zucchero, in passato erano considerati un tonificante ed energizzante. Sicuramente la dolcezza del fico secco ne fa uno snack perfetto anche mangiato da solo, ma esistono anche tanti modi per esaltarne le proprietà. Ecco quindi come sfruttare la dolcezza dei fichi secchi in due ricette da peccato di gola.

Idee veloci piacere assicurato

Sicuramente un modo veloce e sfizioso di mangiare i fichi secchi è unirli alla frutta da guscio, oppure con dell’arancia candita. Una spolverata di cacao o di miele rende questo frutto ancora più dolce. Se invece si sta pensando a delle alternative un po’ di elaborate, ci sono due ricette che potrebbero essere quelle giuste.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

La prima è molto semplice: si tratta di ricoprire i fichi secchi con del cioccolato fuso. Che si scelga del cioccolato bianco oppure del fondente, andrà sciolto a bagno maria. Prima di immergere uno per uno i fichi, bisognerà stemperate il cioccolato fuso per qualche minuto. Una volta fatto, basterà immergere i fichi secchi tenendoli dal picciolo e metterli poi a riposare su della carta da forno. Messi in frigo per dieci minuti, saranno pronti per essere gustati come dessert o come merenda.

Come sfruttare la dolcezza dei fichi secchi in due ricette da peccato di gola

Per un aperitivo veloce e semplice in compagnia di un buon bicchiere di vino. Ecco che i fichi secchi si trasformano in bocconcini agrodolce grazie alla pancetta e alla robiola.

Serviranno fichi secchi (quanti se ne vuole), il corrispondente numero di fette di pancetta, 100g o più di robiola a seconda del gusto, erba cipollina e del sale.

Quest’antipasto richiede davvero un attimo in termini di preparazione ed è perciò un’idea perfetta se si ha poco tempo. Si devono ricavare due metà dal singolo fico secco senza dividerle completamente. Dopo aver aperto a libro il fico, mescolare la robiola con l’erba cipollina tritata e un pizzico di sale. Riempiremo ogni fico con la farcia di formaggio. Una volta ricomposto il fico, questo andrà avvolto nella pancetta e fermato con uno spiedino abbastanza lungo. Qualche minuto in forno a 200°C per far diventare la pancetta croccante e l’aperitivo è fatto.

Gli amici resteranno a bocca aperta!

Consigliati per te