Come scoprire dove il defunto ha lasciato il testamento per disporre di soldi e immobili

Dopo la morte di un nostro caro, oltre ad affrontare il dolore, ci si ritrova a dover affrontare tutte le incombenze successive. In particolare, può accadere che ci si debba mettere alla ricerca di un testamento redatto, di cui nessuno sappia da chi sia custodito.

Come scoprire, allora, dove il defunto ha lasciato il testamento per disporre di soldi e immobili? Cosa fare, soprattutto qualora il nostro caro ci abbia parlato della sua esistenza, ma non abbiamo la più pallida idea di dove lo abbia lasciato. Se da qualche parte in casa, da un notaio o da qualunque altra persona? Non è detto infatti che il testatore lo abbia necessariamente consegnato ad un notaio.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Com’è noto a tutti esistono tre forme di testamento, ovvero il testamento segreto, testamento pubblico ed il testamento olografo. Per quanto concerne le prime due forme, il notaio, appena viene a conoscenza della morte del testatore, ha l’onere di informare gli eredi. Ma come fare se nessun notaio si fa sentire? Come fare se abbiamo la certezza che il nostro caro defunto, abbia redatto il testamento che non troviamo?

Come scoprire dove il defunto ha lasciato il testamento per disporre di soldi e immobili

Qualora il de cuius abbia redatto il testamento in una delle due prime forme, non ci sono problemi nel ritrovarlo. Infatti, per quanto riguarda le prime due forme di testamento, la ricerca sarà semplice.

Ciò perché, in entrambe le figure, è presente la figura del notaio.

In particolare, per il testamento segreto, è previsto che il testatore, dopo averlo redatto, lo consegni al notaio affinché lo custodisca. Il testamento pubblico è redatto dal notaio, alla presenza del testatore e di due testimoni. Quindi in questi casi, ci si potrà rivolgere al locale Consiglio Notarile. O subordinatamente, qualora si ritenga che ci sia un testamento pubblico, recarsi presso un ufficio del Registro Generale dei Testamenti, con il certificato di morte.

Come fare nel caso di documento olografo

Nel caso invece, si tratti di testamento olografo, il discorso cambia. Come scoprire dove il defunto ha lasciato un testamento per disporre di soldi e immobili?

Sarà opportuno cercare tra i documenti, gli effetti personali del defunto, nei cassetti. Ad ogni modo, chiunque detenga il testamento del de cuius è tenuto a consegnarlo immediatamente e tempestivamente ad un notaio che ne curi la pubblicazione.

Nel caso in cui un erede o chiunque lo custodisca, lo nasconde, incorre in un illecito penale. In quanto, pone in essere il reato di occultamento del testamento, ai sensi dell’art. 490 del codice penale. Peraltro, nel caso in cui ad occultare o distruggere il testamento sia un erede, questo verrà escluso dalla successione come indegno, ai sensi dell’art. 463 c.c.

Approfondimento

A chi va l’eredità se si rinvengono più testamenti

Consigliati per te