Come scegliere tra le patate a polpa bianca o gialla in funzione del diverso uso in cucina

Ecco come scegliere tra le patate a polpa bianca o gialla in funzione del diverso uso in cucina.

Le patate, per la loro grande versatilità, e per l’apprezzamento che riscuotono tra grandi e piccini, sono presenti in ogni casa. Il fatto di essere generalmente pure a buon mercato, fa delle patate delle alleate alle quali si ricorre in svariate circostanze. Ad esempio se si è rimasti a corto di pane, uno sformato di patate può risolvere la questione. Se invece non si è proprio delle cuoche provette e non piace stare ai fornelli, basterà mettere a bollire le patate, per cominciare ad imbastire una cena. Se poi si vuole fare contenti un po’ tutti, una bella frittura di patatine potrebbe essere una soluzione. Ma siamo certi di sapere come scegliere tra le patate a polpa bianca o gialla in funzione del diverso uso in cucina? Per saperne di più, proseguiamo con i passaggi che seguono.

Patate a polpa bianca

Le patate con una polpa molto chiara, quasi bianca, sono generalmente anche piuttosto farinose. Ciò significa che in fase di cottura, questi tuberi tenderanno a sformarsi, e spaccarsi. Quindi questo le rende inadatte da fare cotte al forno, mentre andranno benissimo come ingredienti nella preparazione dell’impasto per gli gnocchi, ad esempio. Ma anche per realizzare torte, sformati e per il puré, che spesso si rivela un contorno perfetto per accompagnare i secondi di carne o pesce. 

Patate a polpa gialla

La colorazione più intensa di tale tipologia di patate è dovuta alla presenza di un maggior quantitativo di beta-caroteni. Queste patate, contrariamente a quelle viste sopra, presentano una polpa piuttosto compatta. Per cui è molto più difficile che queste patate tendano a sfarinarsi. Tale caratteristica le rende poco adatte ad essere utilizzate come ingredienti, visto che rimarrebbero dei pezzi grossolani negli  impasti. Mentre invece sono patate che fanno un’ottima riuscita, se utilizzate come contorno, sia fritto che al forno. Del pari è ottima la loro resa se lessate in acqua, in quanto trattengono bene l’umidità. 

Patate a buccia rossa

Una variante delle patate a polpa gialla, sono quelle a buccia rossa. La loro caratteristica coloritura le rende facilmente riconoscibili al supermercato. Quanto a caratteristiche fisiche, si tratta di patate simili a quelle a polpa gialla. Quindi sono tuberi compatti, che mantengono bene la consistenza in fase di cottura. Inoltre hanno anche un qualcosa in più. Vale a dire, sono patate particolarmente ricche di sostanze nutritive nella buccia. Da qui il consiglio di consumarle senza privarle della pellicina esterna. 

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te