Come scegliere lo smalto per uomo, la moda lanciata da Fedez ma che ha origini molto antiche

Sulle mani femminili, lo smalto è un grande classico, una presenza quasi costante. Meno frequente però nel mondo maschile. In realtà, ultimamente qualcosa si sta muovendo in controtendenza. Molte celebrità di sesso maschile, italiane e non, hanno proprio di recente sfoggiato unghie smaltate. Ma cosa c’è dietro a questo atteggiamento? Ribellione? Voglia di andare controcorrente? Bisogno di apparire e far parlare di sé? Andiamo a scoprire come scegliere lo smalto per uomo, la moda lanciata da Fedez ma che ha origini molto antiche.

La scelta dei colori

Di certo, su una mano maschile stanno bene delle tinte forti. In realtà, però, la tinta dello smalto è una questione del tutto personale. Chiunque può quindi scegliere il colore che più sente vicino al suo modo di essere.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Fast Lifting, la crema innovativa che elimina tutti gli inestetismi velocemente

SCOPRI IL PREZZO

FastLifting

Comunque sia, tra i colori più di tendenza per l’uomo troviamo il classicissimo nero, il blu notte e il blu metallizzato.
Chi sa, o vuole osare, può azzardare anche tinte più vivaci e psichedeliche tendenti al fluo. Senza dimenticare eventuali disegni e decori.

Nella storia antica

Chi pensa che l’abitudine a mettersi lo smalto da parte degli uomini sia una moda recente lanciata da Morgan, Achille Lauro, Fedez, e tanti altri artisti, si sbaglia di grosso.

Lo smalto per gli uomini ha radici molto antiche. Si sa, con certezza, che già nell’Antico Egitto, i faraoni avevano l’abitudine di tingersi le unghie utilizzando smalti a base di henné.

Andando avanti nella storia, è cosa ben nota e risaputa che anche i Romani, vanitosi quanto le donne, avevano l’abitudine di depilarsi, fare acconciature particolari e indossare abiti femminili in occasione di cene molto eleganti. Nulla si sa dei Romani circa l’utilizzo o meno dello smalto. Sta di fatto, però, che anche gli stessi Romani erano parecchio avvezzi alle cure del corpo e dedicavano tempo ed attenzione all’aspetto esteriore.

In tempi più recenti

Passando a tempi più recenti, e nello specifico alla fine del secolo scorso, è bene ricordare che nei mitici Anni ‘80, il trucco scuro e lo smalto nero erano chiaro segno distintivo dei dark.

Negli Anni ‘90, si è visto poi l’utilizzo dello smalto da uomo sulle mani di vip legati al mondo delle rockstar (vecchie e nuove) e del punk. Ricordiamo Lou Reed, Marilyn Manson e i Tokio Hotel.

Spiegato come scegliere lo smalto per uomo, la moda lanciata da Fedez ma che ha origini molto antiche, consigliamo agli uomini che vogliono dipingersi le unghie, di sperimentare gli abbinamenti dei vari colori di smalto con anelli particolari e/o tatuaggi sulle mani e tra le dita.

Consigliati per te