Come scegliere la zucca e conservarla a lungo con i segreti e le ricette della nonna

Ogni stagione è caratterizzata da prodotti che ne diventano un po’ il simbolo. Se chiediamo ad un bambino di disegnare l’autunno, questo molto probabilmente sceglierà soggetti come foglie gialle, grappoli d’uva e zucche.

Complice anche la festa di Halloween, ormai festeggiata anche qui da noi e non solo in America, la zucca è l’ortaggio che per eccellenza rappresenta l’autunno.

Appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, si presenta come una bacca gigante ricoperta da una scorza piuttosto dura.

Molto delizioso, è un ortaggio con poche calorie e che si presta a molteplici preparazioni, sia dolci che salate.

Per poterla apprezzare al meglio, per prima cosa occorre saperla scegliere al momento dell’acquisto. Stiamo infatti per spiegare come scegliere la zucca e conservarla a lungo con i segreti e le ricette della nonna.

La stagione della zucca è piuttosto breve, va da settembre a novembre. Tuttavia, vi è però un lato positivo: la zucca si conserva per tantissimo tempo. Intera e intatta può infatti resistere addirittura un anno dal momento della raccolta. L’importante è tenerla in un luogo fresco (evitare di scendere sotto gli 8 gradi) e non umido.

Come scegliere la zucca e conservarla a lungo con i segreti e le ricette della nonna

Anzitutto osserviamo il picciolo che, nel frutto maturo, si presenta secco. Ciò accade già quando l’ortaggio è ancora attaccato alla pianta. È dunque segno che è arrivato il momento del raccolto.

Provare a premere la buccia. Se la zucca è matura questa sarà soda e resistente. E infine, provare a percuotere l’ortaggio, dovremo sentire un bel suono armonico e non un rumore cupo e sordo.

Non è raro trovare in vendita zucche già aperte, a metà o a grosse fette. In questo caso, avremo a disposizione un fattore in più da analizzare. La polpa interna deve apparire soda e di un bel colore arancione vivace. Diffidare delle zucche con l’interno che appare spento, rinsecchito e molliccio.

Conservazione

Abbiamo detto che una zucca intera resiste per molti mesi. Tuttavia, se preferiamo conservare la zucca già comodamente porzionata, allora è consigliabile congelarla già cotta: al forno, al vapore o al microonde.

Gli abbinamenti migliori

Quando si sente parlare di zucca, in genere si pensa a due grandi classici: i tortelli e il risotto. Ma la zucca è buonissima anche come contorno o come ingrediente base per squisite vellutate.

Avendo un sapore delicato, si sposa molto bene con i sapori più forti. Ottima ad esempio l’abbinata con formaggi erborinati tipo gorgonzola o roquefort.

Prettamente stagionali, anche gli abbinamenti con funghi o tartufi.

Per quanto infine riguarda spezie e aromi, nei piatti salati sono perfetti il rosmarino e la noce moscata mentre per i dolci, non c’è niente di meglio della cannella.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te