Come scegliere la palestra più adatta a noi per non sprecare soldi ed ottenere risultati straordinari

A settembre tutti ci sentiamo motivati e pieni di buoni propositi. Non è un caso che le palestre registrino proprio in questo mese un boom di iscrizioni.

Per ottenere ottimi risultati e non perdere la motivazione col passare delle settimane, la scelta della palestra va fatta molto attentamente seguendo specifici parametri.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Come scegliere la palestra più adatta a noi per non sprecare soldi ed ottenere risultati straordinari

La palestra deve essere vicina a casa o al luogo di lavoro. Comunque sia, in una zona a noi facilmente raggiungibile. Inoltre deve avere giorni e orari di apertura che siano compatibili con le nostre necessità per poterla frequentare comodamente.

Igiene e pulizia

La palestra e gli spogliatoi devono sempre essere ben puliti. L’ideale è che ci sia almeno un doppio turno di pulizie durante la giornata. Anche di più nei centri molto frequentati e che restano aperti svariate ore durante il giorno. A maggior ragione, in questo particolare periodo, è bene controllare che in sala attrezzi ci siano più postazioni con dispositivi igienizzanti. Accertarsi inoltre che gli istruttori e il titolare facciano rispettare ai vari iscritti l’obbligo di pulire i macchinari sempre, sia prima che dopo il loro utilizzo.

Affluenza

Visitare il centro sportivo nella fascia oraria in cui già sappiamo che lo frequenteremo. In tal modo è possibile farsi un’idea dell’affluenza di gente. Troppa gente rende l’allenamento meno efficace a causa delle attese alle macchine ed anche più stressante e meno piacevole a livello psicologico.

Diverso è invece il caso in cui l’affluenza sia alta ma ben gestita, con tante attrezzature adibite in spazi molto grandi.

Qualifica del personale

In palestra non si può improvvisare, anche perché il rischio di avere un infortunio o fare esercizi che non ci fanno bene è dietro l’angolo. Accertarsi quindi che lo staff tecnico sia costituito da professionisti laureati e qualificati. In un buon centro sportivo il personal trainer deve studiare una scheda personalizzata per il singolo, da cambiare ogni 2-3 mesi, a seconda delle esigenze. Diffidare quindi delle palestre che propongono una scheda base standard uguale per tutti gli iscritti.

Piscina e corsi

Più sono le attività che il centro sportivo offre e maggiore sarà la quota di iscrizione. Valutiamo bene cosa effettivamente ci interessa e cosa ci sembra superfluo. È inutile pagare di più perché ci sono i corsi di pilates ed acquagym, o addirittura la spa con sauna, bagno turco e idromassaggio, se già sappiamo che non li frequenteremo mai.

Costi

È praticamente impossibile fare un discorso di prezzi. Le variabili da considerare sono tantissime. Inoltre, molta differenza in tal senso la fanno anche la regione e la città. Una palestra “modaiola” di Milano dotata anche di centro benessere interno avrà costi decisamente più alti rispetto ad una palestra più basica in una semplice cittadina di provincia.

Abbiamo quindi visto come scegliere la palestra più adatta a noi per non sprecare soldi ed ottenere risultati straordinari.

Per farsi bene l’idea della palestra che stiamo valutando, può essere altamente utile fare una prova, anche per capire se l’ambiente ci piace e ci troviamo a nostro agio. Un punto in più, quindi, alle palestre che offrono la possibilità di fare una o due seduta di prova.

Approfondimento

2 esercizi molto efficaci per ottenere un addome tonico e scolpito in soli 15 minuti

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te