Come scegliere la casa di riposo giusta per i cari anziani e i nonni

Nell’articolo di oggi analizzeremo quali sono le coordinate principali per orientarsi tra le strutture pubbliche e private. Quali sono i requisiti per essere ammessi nelle RSA e a quanto ammontano le rette. I Lettori potranno trovare anche tutti i parametri per valutare se i servizi per gli anziani non autosufficienti sono davvero adeguati.

Con l’allungamento della vita, capita sempre più spesso che è una persona anziana, un nonno o un caro, non sia più in grado di svolgere le attività quotidiane in modo autonomo. Una soluzione per garantirle l’assistenza e le cure di cui ha bisogno può essere rivolgersi a una struttura specializzata, come una residenza sanitaria assistenziale o una casa di riposo.

Per un familiare si tratta di una scelta delicata. Conoscere la differenza tra i due tipi di struttura è fondamentale per prendere la decisione migliore e capire come fare la scelta giusta per i nostri cari anziani.

RSA o Case di riposo: le differenze

Le residenze sanitarie assistenziali sono strutture pubbliche per anziani non autosufficienti a basso reddito, le cui condizioni sono così compromessa da richiedere un’assistenza medica infermieristica continuativa. L’anziano paga una quota pari a circa il 50% della retta, cioè fra il 1.500 e il 1.700 euro, da cui si detrae l’eventuale assegno di accompagnamento di 536 euro. L’altro 50 per cento è a carico del servizio sanitario nazionale.

Per essere ammessi in RSA sono richiesti requisiti di fragilità sociosanitaria, che vanno certificati dalle unità valutative delle Asl su richiesta del medico di famiglia. Di norma, per essere ammessi, si aspettano dai 30 ai 90 giorni.

Come scegliere la casa di riposo giusta per i cari anziani e i nonni

Le case di riposo sono, invece, strutture private per persone ancora autosufficienti, ma che hanno bisogno di aiuto nelle attività quotidiane. Per accedervi non è necessaria alcuna richiesta o certificazione medica, ne bisogna rispondere a requisiti specifici. Di norma, la retta mensile è interamente a carico dell’assistito con costi che variano tra i 2.000 e gli oltre 3.000 euro.

Ci sono vari parametri da valutare per capire come scegliere la casa di riposo giusta per i cari anziani e i nonni. Uno di questi è il rapporto tra operatori e pazienti, che dovrebbe rimanere sempre ottimale.

È importante anche che il familiare possa far visita all’assistito in ogni momento del giorno senza preavviso.

Un’attenzione particolare va dedicata anche all’igiene generale della struttura: attenzione agli odori che si avvertono, spesso sono rivelatori di una cattiva pulizia.

Anche la qualità dei pasti è fondamentale per un’assistenza corretta: ci dovrebbero essere almeno due scelte a pasto.

Infine, nella struttura dovrebbe essere prevista un’assistenza medica adeguata che possa intervenire in caso di necessità.

Consigliati per te