Come scegliere e abbinare i vini quando il pranzo è davvero importante

Spesso a tavola si risolvono problemi, si stringono degli accordi e si chiudono anche importanti affari. Ecco allora come scegliere e abbinare i vini quando il pranzo è davvero importante. E lo stesso dicasi pure quando magari c’è da organizzare una cena per la classica rimpatriata. Ovverosia con la presenza di amici che sono di vecchia data.

Ecco come scegliere e abbinare i vini quando il pranzo è davvero importante

Nel dettaglio, per scegliere e per abbinare i vini bisogna chiaramente tenere conto di quelli che sono i vari piatti di portata. Al riguardo, per la corretta scelta dei vini, il pranzo si compone in genere di tre fasi. Ovverosia la prima parte con l’antipasto e con i primi piatti per i quali la scelta deve cadere sui vini bianchi.

La seconda fase del pranzo è invece quella che è rappresentata dalle pietanze a base di carne con il vino rosso che rappresenta una scelta obbligata. Inoltre, se i secondi piatti sono a base di cacciagione, allora è bene scegliere non solo un buon vino rosso, ma anche vigoroso ed invecchiato.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Per la terza ed ultima parte del menù, che è in genere a base di formaggi, e poi di frutta e dolciumi, ad entrare in gioco sono i vini dolci. E quindi la scelta deve cadere tra i vini dolci per il formaggio, ed i vini passiti e gli spumanti per la frutta e per il dolce.

Scegliere e abbinare i vini a pranzo, massima attenzione alla temperatura

Massima attenzione nel servire i vini a tavola, inoltre, deve essere riposta nella temperatura della bevanda. E questo perché i vini rossi e quelli dolci spiccano al gusto se sono serviti a temperatura ambiente. I vini bianchi secchi devono essere serviti freschi. Mentre per i vini frizzanti, per gli spumanti, ed anche per lo champagne, la scelta ottimale è sempre quella di servirli leggermente ghiacciati.

Consigliati per te