Come riutilizzare gli avanzi di purè

Come utilizzare gli avanzi di purè? Questa domanda ha più di una risposta. Infatti, il purè può essere impiegato per la preparazione di diverse ricette. Non c’è da preoccuparsi se ne avanza molto, purché si conservi in frigo e lo si utilizzi entro due giorni di tempo. Come si sarà sicuramente capito, è una preparazione molto versatile. Quindi, perché accontentarsi di scandarlo quando se ne può tirare fuori una cena o almeno un secondo piatto? Ecco alcune idee per riutilizzare gli avanzi di puré.

Le patate duchesse

In lingua originale “le pommes duchesse”, un contorno semplice e veloce da preparare. Per realizzarlo, in genere le patate lesse devono essere schiacciate e poi amalgamate con tuorli d’uovo, parmigiano e burro. Insaporirlo con una spruzzata di noce moscata, sale e pepe. Per ottenerne la forma bisogna usare una tasca da pasticciere. Inserire il composto al suo interno e distribuito a piccoli mucchietti poco prima della cottura. In questo caso non ci sarà bisogno di utilizzare le patate lessate. Le si sostituirà con la purea avanzata. Devono essere cotte in forno preriscaldato a 180° gradi per 15 minuti di tempo, fino a doratura.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Gratinare il purè al forno

Prendere una teglia da forno e ungerla con il burro. Versare al suo interno metà purè e delle fettine di provola e di wurstel. Coprire con del pecorino e sommergere con il purè restante. Cospargerne la superficie con il pangrattato, dei tocchetti di burro e una spolverata di pecorino grattugiato. Mettere in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti. Il tempo può variare a seconda del modello di forno posseduto. Si tenga conto che l’importante è che la superficie del purè sia gratinata al punto giusto.

Crocchette di purè

Mettere il purè avanzato in una ciotola e aggiungere sale e una piccola quantità di pangrattato. Tagliare la mozzarella nel senso della lunghezza fino ad ottenere dei bastoncini di circa 5 cm, le cosiddette listarelle. Sbattere le uova e metterle in un piatto. In un secondo piatto, disporre il pangrattato per la panatura. Prendere il purè e dare forma ad una crocchetta. Ripetere il procedimento fino ad esaurimento della purea. Mettere una listarella di mozzarella all’interno di ciascuna e richiuderle. Così, una volta cotte avranno un filante cuore di mozzarella. Passarle nell’uovo e nel pangrattato. Friggerle in abbondante olio di semi fino a doratura. Girarle più volte, è importante che dorino completamente.

Frittelle di patate

Mettere il purè avanzato in una ciotola e mescolarli con un uovo, col parmigiano, sale, pepe, tre cucchiai di farina bianca e una punta di lievito. Quindi, usare l’impasto per dare forma a delle frittelle e lasciarle riposare in frigorifero per una decina di minuti. Infarinarle e farle cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti.

Gateau di patate

Seguendo la ricetta tradizionale del gateau di patate è possibile riutilizzare gli avanzi di purè. Per farlo, prima di tutto bisogna aggiungervi il burro e il grana grattugiato. Poi si impasta assieme al pangrattato. Imburrare una teglia da forno. Aggiungere una spolverata di pangrattato. Versare metà del purè nella teglia e livellarlo. Aggiungere uno strato di formaggio e di mortadella o prosciutto cotto a fette. Versare il resto della purea, livellarla e cospargerla di pangrattato. Distribuire qualche fiocchetto di burro lungo la sua superficie. Infornare per 30 minuti a 180°. Il gateau deve essere servito ancora caldo. Buon appetito!

Consigliati per te