Come ristrutturare casa spendendo il meno possibile?

Lockdown e crisi economica spingono milioni di italiani a interrogarsi su un punto: come ristrutturare casa spendendo il meno possibile? Si tratta infatti di:

  • ottimizzare i tempi di permanenza a casa;
  • minimizzare la spesa perché i soldi scarseggiano;
  • massimizzare la resa, ovvero estetica e qualità dei lavori fatti.

Vediamo subito qualche semplice idea low cost da sfruttare e rendere “bella” casa nostra.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

I requisiti minimi

Per ottenere il massimo dei risultati col minimo dei costi, servono anzitutto due requisiti minimi: 1) stabilire le priorità. Se ho pochi soldi, posso permettermi pochi lavori; quali? Il trucco sarebbe quello di puntare sui lavori che alla fine siano di grosso impatto visivo, tipo tinteggiare case. Ovvero tutti quei lavori che alla fine ci consentano di dire di aver “rinnovato casa”. 2) Il ricorso al “fai da te”, che consente di risparmiare migliaia di euro (ovvio che i lavori “difficili” – tipo gli impianti idrici o elettrici – vanno solo delegati ai professionisti e stop). Qui gli “ingredienti” di base sono: disporre degli attrezzi giusti, avere un pò di manualità, il tempo disponibile.

Prima idea: verniciare le piastrelle

Qui il riferimento è in particolare alle piastrelle dei bagni e/o della cucina (sconsigliate quelle del pavimento perché le sue superficie sono molto utilizzate e quindi dopo non molto tempo la vernice salterebbe via). Sono sufficienti un pennello per passare le fughe, un pennello, e poi lo smalto per le ceramiche e un aggrappante (è la base che si usa per verniciare le superfici più difficili come piastrelle, metallo, legno).

Seconda: il cartongesso

Si tratta di uno dei materiali più utilizzati in edilizia e che consentono di moltiplicare gli spazi. Librerie per i figli, sgabuzzini per scarpe-vestiti-altro, mensole in cucina o nel salone, pareti divisorie e tanto altro. In questo caso però occorre (almeno) un minimo di competenza con il prodotto, altrimenti è meglio desistere e rivolgersi a chi è del mestiere.

Idea evergreen: ritinteggiare le pareti

È sicuramente la prima idea in assoluto che viene in mente quando si pensa di rimodernare casa. Gli effetti positivi di una simile decisione sono molteplici: se stiamo pensando di affittare o di vender casa, ne aumentiamo il valore della stessa. E poi risparmieremo sulla spesa del pittore; avremo una sensazione di fresco e di pulito. Infine personalizzeremo gli ambienti (anche se ovviamente il colore più gettonato in assoluto è il bianco) scegliendo ad esempio colori differenti tra una stanza e l’altra. Si pensi agli ambienti dei propri figli o all’idea di dare un tocco in più al nostro salone.

Quarta idea: tinteggiare i termosifoni

Le abitazioni non modernissime hanno spesso i termosifoni in ghisa che col tempo perdono colore o peggio ancora arrugginiscono. Buttarli via sarebbe un gran peccato in quanto rispetto ai moderni modelli in alluminio hanno una migliore inerzia termica. In sostanza trattengono più a lungo il calore perché sono più lenti a raffreddarsi. Basta smontarli, riverniciarli – e non necessariamente dello stesso colore di prima – e rimontarli.

Quindi, come ristrutturare casa, applica queste semplici idee low cost, ci insegna che spesso i soli costi del nostro tempo e dei prodotti utilizzati possono arrecarci piccoli-grandi benefici . Alla tasca e allo spirito.

Consigliati per te