Come risparmiare sulle bollette di luce e gas e quando invece diventa un reato

La crisi continua a farsi sentire e la profonda recessione che lacera tutti i tessuti economici crea forte disagio nella popolazione. La Redazione di ProiezionidiBorsa ha recentemente trattato i problemi di molte famiglie che faticano ad arrivare a fine mese. Un numero sempre maggiore di italiani infatti, deve fare i conti con la crescente disoccupazione e stipendi insufficienti. Abbiamo visto come una famiglia può vivere con soli 500 euro di stipendio.

Per moltissime famiglie le utenze domestiche stanno diventando lussi insostenibili. In questo articolo vedremo come risparmiare sulle bollette di luce e gas e quando invece diventa un reato. Tanti italiani cercano quotidianamente di far quadrare il bilancio familiare con la costante paura della ripresa dei licenziamenti. La Cassa Integrazione spesso non arriva puntuale ed i bonus del Governo sono stati preziosi ma insufficienti. A causa di tutto questo, tante persone oneste iniziano a valutare modalità di risparmio illecite.

Come scegliere elettrodomestici e fornitori

Il paradosso è che solo i benestanti possono davvero risparmiare. Gli elettrodomestici più evoluti consumano pochissima energia ma costano cari così come i pannelli fotovoltaici e i serramenti più efficienti. Per le famiglie in difficoltà l’unica alternativa è cercare di consumare il meno possibile. Oltre a cercare i fornitori di acqua, luce e gas più economici sul mercato. Alcuni siti offrono un utile servizio di comparazione delle tariffe delle utenze. Facendo attenzione è possibile arrivare a risparmiare fino al 20% sulla bolletta semplicemente scegliendo la giusta offerta.

Per i redditi più bassi è disponibile il bonus sociale che garantisce un forte risparmio mensile. Non tutti purtroppo scelgono le strade legali per risparmiare sulle utenze. Alcuni cittadini, per disperazione o semplice opportunismo, decidono di usare mezzi illeciti per rifornirsi di corrente elettrica o gas naturale. Abbiamo visto come risparmiare sulle bollette di luce e gas e quando diventa un reato lo scopriremo nelle prossime righe.

Come risparmiare sulle bollette di luce e gas e quando invece diventa un reato

Negli ultimi mesi, le società fornitrici di metano ed elettricità stanno scoprendo sempre più frequenti tentativi di furto. Al giorno d’oggi gli stratagemmi sono diventati sempre più ingegnosi ed il vecchio allaccio abusivo è ormai superato. Esistono software in grado di modificare le rilevazioni e magneti che, inseriti nel contatore, ne falsano la lettura. Alcuni invece riescono ad addebitare in vario modo i propri consumi ai vicini. Dobbiamo ricordare che tutte queste pratiche sono illegali e possono portare a gravi conseguenze. Il furto di corrente elettrica e gas infatti, è punito ai senti dell’articolo 624 del codice penale. Le sanzioni per chi usufruisce delle utenze domestiche illegalmente o senza pagare vanno da 103 a 1.302 euro. Ma il magistrato può anche condannare alla reclusione fino a tre anni. Insomma, inventare stratagemmi per non pagare le utenze è un vero e proprio reato, con tutte le conseguenze del caso.

Consigliati per te