Come riconoscere una mail di phishing e non essere truffati

L’internet è una fonte inesauribile di informazioni, idee e possibilità. La vita di tutti i giorni lo usa sempre di più perché è senza dubbio uno strumento versatile e comodo. Tuttavia i rischi sono sicuramente tanti ed è importante e utile sapersi difendere dalle molte truffe che si possono trovare online. Alcune semplici regole per imparare a difendersi sono presenti in questo articolo. Uno dei rischi maggiori è rappresentato dal phishing. Ma di cosa si tratta? Come riconoscere una mail di phishing e non essere truffati.

Che cos’è il phishing?

Il phishing è una particolare categoria di truffe online: solitamente avviene tramite i servizi di posta elettronica, ma a volte vengono usati anche i messaggi sul cellulare. Il truffatore, o phisher, invia alcune mail fraudolente ed ingannevoli che imitano sia nell’aspetto sia nel contenuto quelle legali (banche, siti di servizi, ecc). In questo modo chi vuole truffare si finge un fornitore di servizi o comunque un ente affidabile chiedendo alla vittima informazioni personali. I dati richiesti solitamente sono: dati personali, numero delle carte di credito, password, codici di accesso, ecc.

Solitamente queste mail contengono o offerte vantaggiose e premi oppure avvisi di problematiche varie (scadenze password, addebiti, ecc). L’utente per ricevere il premio o risolvere i problemi viene quindi invitato a cliccare su un link che porta a un sito fasullo ma simile a quello originale. Qui la persona truffata inserirà i suoi dati personali finanziari cedendoli quindi inconsapevolmente al phisher. Il link altre volte scarica automaticamente virus che rubano i dati.

Tre regole fondamentali per difendersi

Come riconoscere una mail di phishing e non essere truffati. Ora conosciamo l’aspetto e il contenuto di una mail di phishing, ma nella pratica non sempre è facile riconoscere una truffa. Ci sono però alcuni indicatori da tenere sotto controllo. Ecco quali sono:

  • il mittente: se l’email sembra arrivare per esempio da enel ma poi l’indirizzo si appoggia a un dominio che non è enel.it allora si tratta di un tentativo di truffa. Il dominio è l’indirizzo che possiamo vedere nella barra in alto delle pagine internet, che si presenta nella forma di www.nomedeldominio.qualcosa;
  • invio di denaro: quando enti affidabili vogliono inviare del denaro via mail si tratta di una truffa (per esempio sempre enel accrediterebbe il rimborso sulle bollette successive);
  • link: mai cliccare sui link presenti nelle mail di dubbia provenienza; cerchiamolo manualmente su google il sito e apriamo solo quello ufficiale.

Consigliati per te