Come riconoscere un sintomo del coronavirus che spesso viene sottovalutato

La seconda ondata di questa pandemia globale comincia ad assumere delle tinte molto scure. Le terapie intensive cominciano a essere piene e i contagi stanno crescendo in maniera esponenziale. Per questo motivo è importante proteggersi e proteggere gli altri intorno a noi. E ciò rispettando e applicando le norme del Ministero della Salute.

È importante però anche informarsi per sventare il peggio nel caso succedesse. Per questo oggi prendiamo in analisi una eventualità particolare e spieghiamo come riconoscere un sintomo del coronavirus che spesso viene sottovalutato.

Le unghie cianotiche

Oggi spieghiamo come riconoscere un sintomo del coronavirus che spesso viene sottovalutato. I sintomi del covid-19 sono innumerevoli e possono essere confusi, in alcuni casi, con quelli della più comune influenza.

Tutti parlano di stanchezza, di dolori articolari e di febbre, nei casi più lievi, e di dolori muscolari e difficoltà respiratorie, in quelli più gravi. Proprio queste ultimi stadi sono quelli che fanno più paura.

Ma c’è un modo per riconoscerli e per evitare il peggio?

Per fortuna sì, basta guardarsi le unghie. Infatti queste parti del corpo sono un importante indicatore del nostro stato di salute. Osservarle attentamente può portare un discreto vantaggio sull’insorgere della malattia.

Bisogna verificare, in particolare, che non stiano diventando cianotiche. Ovvero che non stiano assumendo delle sfumature bluastre. Questo colore inusuale evidenzia un importante scompenso nel nostro organismo. Ovvero la mancanza di ossigeno.

La conferma viene dal saturimetro

Questo dato deve essere confermato, per sicurezza, dal saturimetro. Si tratta di uno strumento che misura i livelli di ossigenazione nel sangue. Il valore mostrato dal macchinario comincia a essere critico se scende al di sotto di 93.

Per essere certi che questo dato non sia falsato è però consigliabile provarlo sotto sforzo. E quindi dopo aver camminato in casa per due o tre minuti. A volte l’attività motoria potrebbe riequilibrare la sensazione di costrizione al petto. Se non fosse così, meglio chiamare l’ambulanza.

Ecco, dunque, spiegato come riconoscere un sintomo del coronavirus che viene spesso sottovalutato. Consigliamo allora di dare un’occhiata a tutti i nostri articoli costantemente aggiornati riguardo alla situazione sanitaria attuale. Ecco, ad esempio, un approfondimento che spiega quali strumenti bisogna necessariamente avere in casa durante il lockdown.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te