Come riconoscere se la persona che ci parla sta mentendo

Qual è la cosa più stupida al mondo? La risposta è il cerino, perché si fa fregare sempre. Un indovinello, questo, molto conosciuto. Ma attenzione: qual è la cosa più intelligente al mondo? Risposta: sempre il cerino, perché una volta fregato, non si fa fregare più! Questa può essere benissimo la condizione di chi ascolta qualcuno che gli sta mentendo. Ecco allora come riconoscere se la persona che ci parla sta mentendo.

Il comportamento oltre le parole

Quando una persona ci parla, noi ascoltiamo quello che dice. Ma il nostro cervello valuta anche tutta una serie di altri fattori che possono dirci se quella persona ci sta dicendo o no la verità. Vediamo quali sono.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Secondo Joe Navarro, ex FBI ed esperto del linguaggio del corpo, un fattore da controllare sono gli occhi, in particolare se il nostro interlocutore si sforza di tenere gli occhi aperti quando ci guarda. In altre parole li strabuzza, cioè li sforza, perché forza il corpo a mentire. Raddrizzarsi nella persona è un gesto che si fa per dare più autorità a ciò che si dice, come se ciò che in quel momento si sta dicendo, tutta questa autorità non ce l’abbia.

Anche mordersi le labbra indica disagio. E’ un gesto inconscio, perché la mente non vuole che si dicano menzogne e allora comanda di mordere le labbra, come per chiuderle.

Come riconoscere se la persona che ci parla sta mentendo. Altri fattori

Anche puntare il dito verso chi ascolta potrebbe essere sintomo di falsità. E’ la tecnica del tipo la miglior difesa è l’attacco. Così si attacca per nascondere le proprie falle.

Inclinare la testa è tipico di chi è interessato a qualcosa e comincia rifletterci sopra. Nello stesso tempo è un gesto che comunica fiducia, quindi un trabocchetto per chi cerca la verità. Anche aggrapparsi a qualcosa è indice di menzogna. Infatti la mente sente la bugia e barcolla, da qui il gesto istintivo di aggrapparsi a qualcosa.

Anche al telefono si può riconoscere un bugiardo, se abbassa la voce o questa diventa rauca. E’ il fattore di stress che accorcia il respiro per poter dire una menzogna.

Questa breve carrellata mette in evidenza un fatto importante per l’essere umano. L’uomo non è nato per mentire.

Se interessa conoscere se ci sia qualcuno che ci ascolta al cellulare si clicchi sul link.

Consigliati per te