Come riconoscere le uova fresche e quanto durano in frigo per una buona cottura

L’uovo è un alimento comune della nostra cucina. Serve per tantissime ricette, dai dolci ai piatti salati. È difficile trovare un dolce dove l’uovo non ci sia. Certo, a meno che il dolce non sia fit o vegano. In questi casi, l’uovo è sostituito da un altro ingrediente, la cui funzione e consistenza possa essere simile. In ogni caso, l’uovo è un alimento completo, il quale non ha bisogno di “abbinamenti” per essere consumato. Infatti, è ricco di proteine e indicato, soprattutto, per gli sportivi. In una dieta sana e bilanciata, come la dieta mediterranea per esempio, sarebbe prevista la consumazione di due uova a settimana.

Questo perché, oltre ad essere fonte di proteine, sarebbe anche ricco di colesterolo. Tuttavia, la parte che ne contiene in prevalenza sarebbe il tuorlo, mentre l’albume sarebbe la parte più leggera e indicata da consumare. Gli sportivi, per esempio, ne mangiano a quantità, perché l’albume è leggero e proteico. In ogni caso, saper riconoscere un uovo di buona qualità è necessario per preservare il gusto della pietanza della quale l’uovo ne è ingrediente. Quindi, ecco come riconoscere le uova fresche e quanto durano in frigo.

La data di scadenza

La freschezza di qualsiasi alimento è estremamente essenziale. Se mangiassimo qualcosa di marcio, si metterebbe a repentaglio la nostra salute. Per questo è importante controllare la data di scadenza, soprattutto di quegli alimenti che debbano essere conservati in frigo. Basti pensare, per esempio, alle cozze. Sapevamo tutti che, per essere definite fresche e buone, le cozze devono essere consumate solo in alcuni mesi e non tutto l’anno? Diciamo che per ogni alimento, c’è una regola da seguire. Quella delle cozze è questa, mentre quella delle uova è la conservazione di non oltre 9 giorni. Anche se la data di scadenza è più lunga. Oltre a questa, ovviamente, affinché sia semplice fare i calcoli, importante è anche la data di produzione.

Il trucchetto

Dunque, entro 9 giorni dalla produzione, le uova possono definirsi fresche. Ma per vedere se ancora sono fresche e buone, come fare? Ebbene, c’è un trucchetto della nonna. In pratica, bisogna immergere l’uovo in una ciotola d’acqua e sale. Se l’uovo dovesse galleggiare, sarebbe meglio non consumarlo. Probabilmente, è già marcio all’interno. Al contrario, se dovesse toccare il fondo della ciotola significa che è ancora fresco.

Come riconoscere le uova fresche e quanto durano in frigo per una buona cottura

Ecco come controllare la freschezza delle uova senza rompere il guscio. In ogni caso, le uova si potrebbero conservare anche in un luogo fresco e asciutto, a temperatura ambiente. Se c’è caldo, però, sarebbe più indicato riporle in frigo.

Lettura consigliata

La ricetta sfiziosa e veloce della nonna in cui mari e monti si incontrano

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te