Come riciclare vecchie cornici, anche dorate e senza vetro, trasformandole in 3 bellissimi oggetti di design utili in casa 

Probabilmente in ogni casa c’è quel piccolo ripostiglio o quella cantina buia straripante di cose che non utilizziamo più. Spesso si tratta di oggetti vissuti, vecchi di stile, magari anche un po’ malandati, che per noi sono diventati solo cianfrusaglie.

In realtà, questi luoghi della casa sono vere e proprie “stanze delle meraviglie”, che custodiscono piccoli tesori. Infatti, questi oggetti lasciati a prendere polvere potrebbero diventare dei veri e propri pezzi d’arredo, unici nel loro genere.

Per realizzare questa trasformazione potremmo attingere all’arte del riciclo creativo, lasciando libera la nostra fantasia di creare, dai rifiuti, dei capolavori.

Per esempio, è questo il caso delle damigiane, che possiamo decorare in questo modo per realizzare deliziosi oggetti decorativi in stile shabby chic.

In questo articolo, invece, lavoreremo un altro materiale e cioè il legno delle vecchie cornici di quadri e fotografie, come quelle dorate che adornavano il soggiorno delle nonne.

Come riciclare vecchie cornici, anche dorate e senza vetro, trasformandole in 3 bellissimi oggetti di design utili in casa

Le vecchie cornici, ereditate o acquistate parecchio tempo fa, hanno delle potenzialità strepitose e saremo proprio noi a tirarle fuori. La prima cosa da fare sarebbe eliminare tutte le altre parti di cui si compongono e cioè:

  • il panello sul retro, solitamente fissato con delle spille da rimuove con un giravite piatto;
  • la tela del quadro, che potremmo togliere utilizzando un taglierino;
  • il vetro.

La seconda cosa da valutare sarebbe il colore. Quello più diffuso è il dorato, spesso anticato, ma non è detto che stia bene con il nostro arredamento. Per cambiarlo potremmo utilizzare una pittura adatta per legno o la chalk paint effetto gesso. A questo punto non ci resterebbe che partire con la trasformazione.

Per i gioielli

Il nostro primo progetto trasformerà la cornice in un porta orecchini, da appendere oppure appoggiare su un mobile.

Tutto ciò che dovremmo fare è fissare sul retro della cornice delle striscioline di nastro, usando delle classiche puntine. Queste devono attraversare lo spazio vuoto della cornice, creando dei fili che saranno i supporti dove appendere gli orecchini.

Per libri e soprammobili

Il secondo progetto creativo prevede di realizzare delle mensole a cubo per creare una libreria modulare.

Come prima cosa acquistiamo 4 pannelli di legno della stessa lunghezza dei lati della cornice e alti almeno 15 centimetri. Fissiamoli tra di loro per creare una sorta di contenitore, aperto davanti e dietro, utilizzando prima della colla forte e dopo chiodini e martello.

Sempre utilizzando la colla fissiamo la cornice e poi completiamo con dei ganci per appendere i nostri moduli al muro.

Per i ricordi

Infine, possiamo trasformare la cornice in una bacheca dei ricordi, attaccando, per esempio, foto e “to do list”.

Quello che ci occorrerebbe è un pezzo di griglia metallica da ritagliare su misura in base alle dimensioni della cornice e fissare sul retro con dei chiodini a “u”. Poi, basteranno delle mollettine, o calamite, e il gioco è fatto.

Quindi, ecco qui come riciclare vecchie cornici per dare vita ad oggetti utili e decorativi con poche e semplici mosse.

Lettura consigliata

Come riciclare vecchie tazze, tazzine da caffè e piattini, anche rotti e spaiati, creando 4 utilissimi oggetto d’effetto per la casa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te