Come restaurare divani e poltrone di pelle con aceto, caffè e zafferano

Invece di coprirli con tessuti e granfoulard, restauriamo da soli divani e poltrone di pelle, approfittando dei giorni di lockdown. E dei consigli degli Esperti di Casa e Giardino di ProiezionidiBorsa.

Pulizia e restauro di crepe, buchi e strappi

Prima di passare al restauro del colore, bisogna operare a fondo sulle parti rovinate. Tutti i prodotti si trovano facilmente negli store di vernici, che hanno dei reparti forniti per il fai da te.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Si inizia con una pulizia a fondo del divano o della poltrona. Con detergenti appositi di due tipi: quelli che eliminano polvere e sporcizia dalle rughe profonde e quelli che rimuovono lo sporco grasso dai braccioli.

Volendo risparmiare, si possono utilizzare un detergente “marsiglia” e un latte detergente per il viso. Ora si passa uno sverniciante per la pelle, una specie di acetone che si acquista anche lui nei negozi specializzati di vernici.

A questo punto si osserva bene da vicino la pelle del divano. Dove ci sono strappi si interviene con un goccio di colla per la pelle e si fa asciugare bene. Dove, invece, la pelle è scorticata, si passa un velo leggerissimo di stucco, non si deve quasi vedere.

Ripristinare il colore in modo semplice

Come restaurare divani e poltrone di pelle con aceto, caffè e zafferano. Ora bisogna ripristinare il colore complessivo, insistendo nelle crepe e sugli strappi. Per le pelli chiare, facciamo una specie di tè con acqua bollente e una o due bustine di zafferano.

Mescoliamolo con olio per cuoio che si acquista in negozi di vernici o di accessori per l’equitazione. Se il divano è color cuoio naturale, bisogna usare il caffè concentrato, mescolato con olio per cuoio. Invece, se il divano è rosso, mescolare colorante rosso, cera rossa per mobili e olio per cuoio. Se il divano è nero, bisogna preparare il colore il giorno prima.

Prendere una paglietta per pentole in ferro, metterla a bagno nell’aceto rosso, quello che utilizziamo per l’insalata o per fare i sottaceti. Due giorni dopo si vedrà comparire un liquido grigiastro, che va mescolato con l’olio di cuoio. Tamponare leggermente con acqua e bicarbonato. Stendere il composto più adatto al colore del proprio divano con un pennellino e lasciar asciugare due giorni.

Come restaurare divani e poltrone di pelle con aceto, caffè e zafferano

Procurarsi un barattolo di cera d’api naturale e stenderla generosamente su tutta la superficie. Lasciar assorbire due ore e poi lucidare con un panno di lana.

Il divano e la poltrona sono stati rinnovati, ma attenzione a non trascurare le successive manutenzioni. La pelle deve restare morbida, va ingrassata almeno una volta al mese.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te