Come recuperare le foglie dure che scartiamo dai carciofi preparando questo semplice e sublime condimento per la pasta o l’aperitivo

È primavera, stagione di mille prelibatezze tra frutta e verdura. Tra queste spiccano sicuramente i carciofi, una verdura ricca di nutrimenti e protagonista di tantissime ricette. Il solo problema dei carciofi è che vanno puliti. La pulizia del carciofo è un’operazione che ai meno esperti può risultare particolarmente laboriosa. Su ProiezionidiBorsa abbiamo scritto una mini guida proprio per facilitare la procedura. Il problema della pulizia del carciofo non è solo che implica tempo, ma anche che ci costringe a scartare moltissimo materiale. Morale della favola: alla fine è più il materiale scartato che quello utilizzato. Lo scarto maggiore è quello delle prime foglie intorno al bulbo, troppo dure per essere masticabili. Non sempre però, dipende da come vengono preparare. Vediamo come recuperare le foglie dure che scartiamo dai carciofi preparando questo semplice e sublime condimento per la pasta o l’aperitivo.

Un condimento semplice e votato al riuso 

Per preparare il nostro condimento a base di foglie scartate dal carciofo ci servono pochissimi ingredienti. Nello specifico:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

a) 300 grammi circa di foglie di carciofo;

b) uno spicchio d’aglio;

c) del curry in polvere;

d) un litro d’acqua;

e) sale, quanto basta.

Una volta collezionati gli ingredienti, passiamo alla preparazione.

Come recuperare le foglie dure che scartiamo dai carciofi preparando questo semplice e sublime condimento per la pasta o l’aperitivo

Laviamo accuratamente le foglie di carciofo, dopodiché mettiamole in una pentola con l’acqua e lo spicchio d’aglio. A questo punto accendiamo la fiamma e portiamo l’acqua a ebollizione. Aggiungiamo uno o due cucchiaini di curry prima che l’acqua bolla. Lasciamo cuocere il tutto per circa tre quarti d’ora, aggiungendo il sale a nostro piacimento. Passato il tempo necessario, assaggiamo per verificare se il sale è sufficiente. Ora mettiamo il contenuto della pentola in un passaverdura, un frullatore o un robot da cucina. Frulliamo il tutto fino a ottenere una purea e la nostra salsa di foglie di carciofo è pronta per deliziarci.

Approfondimento

Nessuno butterà più l’acqua di cottura di questa verdura una volta scoperto che bevendola ogni mattina vedrà effetti miracolosi sul girovita

Consigliati per te