Come pulire le candele decorative

Le candele sono diventate un complemento d’arredo suggestivo sempre più ricercato.
Grandi o piccole, di varie forme e colori, profumate o non, fanno bella mostra in quasi tutte le case. Ma come ogni soprammobile, anche le candele necessitano di una regolare pulizia. Su di esse si accumula infatti la polvere, che va a coprire e sminuire la loro bellezza.

Vediamo allora alcuni consigli su come pulire le candele decorative.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Panno acchiappa polvere

Se le candele hanno forma semplice e regolare (cubo, sfera, cilindro…) basta spolverarle utilizzando un comodissimo panno acchiappa polvere, oppure uno straccetto appena inumidito.

Doccia

Il modo più rapido è fare il bagno alle candele! Sì, soprattutto se sono tante, basta metterle tutte quante insieme in una bacinella o direttamente nel lavandino e fargli scorrere sopra l’acqua corrente.

Sistemarle poi sul terrazzo o nel piatto doccia per farle asciugare al naturale.

Se non si volesse spostare le candele dalla loro posizione originaria, è possibile far loro la doccia direttamente sul posto, basta usare uno spruzzino riempito d’acqua, eventualmente saponata.

Come pulire le candele decorative nei punti più difficili

Se invece la candela avesse una forma molto particolare o presentasse delle scanalature (il caso tipico sono le candele a forma di fiore), bisogna munirsi di santa pazienza e con un pennellino o un cotton fioc raggiungere i punti più difficili.

Una valida alternativa è sfruttare il soffio d’aria per spostare la polvere. Gli strumenti quindi da usare sono l’asciugacapelli (regolato sul getto d’aria fredda), una pompa per il canotto o qualsiasi attrezzo dotato di mantice.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te