Come pulire l’argento annerito senza usare bicarbonato ed evitare che si ossidi

argento

Guardando bene nelle nostre case, ognuno di noi probabilmente potrà trovare utensili e gioielli in argento. Questo materiale è particolarmente raffinato e le nostre nonne e mamme probabilmente ci hanno lasciato dell’argenteria da conservare. Tuttavia, l’argento ha un enorme difetto: perde lucentezza con grande facilità e tende ad annerire. Per fortuna, anche in questo caso, possiamo ricorrere ai classici rimedi naturali per risolvere questo problema. In questo modo potremo risparmiare sull’acquisto di prodotti chimici costosi.

Perché l’argento diventa nero

L’argento si ossida per diversi motivi. Questo materiale può perdere facilmente la sua brillantezza se esposto ad un ambiente umido e caldo, ma anche a contatto con pelle e sudore. Anche l’acqua del mare o termale possono accelerare il processo di ossidazione. Inoltre, dobbiamo fare attenzione ai prodotti a base alcolica come i profumi e ad altri prodotti per la pulizia perché possono annerire l’argento. Molti di noi usano il bicarbonato per fare tornare l’argento come nuovo, ma dobbiamo sapere che ci sono altri semplici rimedi da provare.

Come pulire l’argento annerito senza usare bicarbonato con i rimedi della nonna

Per pulire l’argento in modo facile e veloce, ma soprattutto economico possiamo usare 2 prodotti che quasi ognuno di noi ha in casa. Tutto ciò che ci occorre sono sale grosso e un foglio di carta stagnola. Può sembrare incredibile, ma un semplice foglio di carta stagnola può risolvere molti problemi. Questo rimedio funziona perché il sale sciogliendosi crea una reazione con l’alluminio e questa permetterà all’argento di tornare a splendere. Dunque, scaldiamo dell’acqua e versiamola in un recipiente rivestito con un foglio di alluminio. Mettiamo in ammollo gli oggetti in argento ed aggiungiamo 2 cucchiai di sale grosso. Lasciamo riposare gli utensili per circa 30 minuti, asciughiamoli bene con un panno morbido e torneranno lucenti in un attimo.

Altri 3 rimedi naturali

Dopo aver cucinato le patate, non buttiamo via l’acqua di cottura. Le patate, così come il riso, contengono amido e questo è uno straordinario prodotto disincrostante. Versiamo l’acqua di cottura in un recipiente, aggiungiamo un cucchiaio di aceto bianco e immergiamo gli oggetti in argento. Dopo una decina di minuti, risciacquiamo gli utensili ed asciughiamoli con un panno in cotone.

Un altro rimedio geniale prevede l’uso del dentifricio. Dovremo cospargere con il dentifricio gli oggetti da pulire usando uno spazzolino. Strofinando delicatamente la patina nera sparirà.

Anche il limone è un prodotto efficace per pulire l’argento. Molti di noi usano questo agrume per sbiancare i tessuti ingialliti di scarpe e biancheria, ma il limone è utile anche per l’argenteria. Versiamone il succo sugli utensili da pulire e strofiniamo la superficie. Dopodiché, risciacquiamo ed asciughiamo per bene.

Infine, proviamo a lucidare e far tornare come nuovo l’argento usando la maizena. Mescoliamone 2 cucchiai con un po’ acqua in modo da creare una pasta morbida. Usiamola per pulire l’argento e dopo aver risciacquato e asciugato tutti gli oggetti li vedremo di nuovo splendere.

Come evitare che l’argento diventi nero

Abbiamo visto come pulire l’argento annerito senza usare bicarbonato, ma ora scopriamo come prevenire il problema. Cerchiamo di proteggere oggetti, gioielli e l’argenteria in modo da mantenerli lucido a lungo. Teniamoli lontani da prodotti a base alcolica e conserviamoli in un luogo buio, fresco e asciutto. Infine, se ci rechiamo in zone di mare, stabilimenti termali o piscine, togliamo gioielli in argento per evitare che possano annerire velocemente.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te