Come pulire il sedano, conservarlo in frigo e congelarlo per l’inverno

L’arrivo di un nuovo mese porta con sé alcuni cambiamenti in tavola ed è così anche per settembre. Per quanto riguarda la frutta, iniziamo a salutare pesche e angurie accogliendo fichi, pere e uva bianca e nera.

Per quanto riguarda gli ortaggi, iniziano a scarseggiare melanzane, cicorie e peperoni, sostituite dai primi funghi, rape, broccoli, altri cavoli e zucca. In quest’elenco non dovrebbe mancare neanche la barbabietola rossa, ideale per cucinare un contorno gustoso in padella o al forno.

Inoltre, già dai primi di settembre, troviamo il sedano fresco.

Quest’ortaggio, che molti considerano una pianta medicinale, appartiene alla famiglia delle Apiaceae ed è formato da gambi lunghi e un cespo di foglie seghettate.

Il suo sapore, così come l’odore, è molto intenso mentre la sua consistenza è croccante. Generalmente una volta acquistato cerchiamo come cucinarlo, mangiarlo crudo o cotto o come tagliarlo.

Nell’articolo di oggi, invece, scopriremo come pulirlo e conservarlo in frigo o in freezer.

Come pulire il sedano, conservarlo in frigo e congelarlo per l’inverno

Iniziamo dalla fase di pulizia del sedano, fondamentale prima di conservarlo o usarlo per creare pietanze saporite. Come prima cosa eliminiamo le coste e le foglie più esterne, quelle che solitamente risultano più danneggiate, grosse e dure.

Poi, separiamo le varie coste le une dalle altre e tagliamo con un coltello le foglie in sommità.

A questo punto, partendo dall’alto o dal basso, incidiamo ciascuna costa con la lama di un coltello e asportiamo i filamenti tirandoli via. Laviamo il sedano, foglie e gambi, sotto acqua corrente strofinando bene tra le mani, mettiamolo a scolare e infine tamponiamo con un canovaccio pulito.

Conservare in frigo

Ora che il sedano è perfettamente pulito possiamo passare alla conservazione.Se pensiamo di utilizzarlo nei prossimi giorni dovremmo conservarlo in frigorifero e per farlo durare più a lungo mantenendolo croccante, ecco cosa fare.

Innanzitutto, dovremmo fare in modo che sia perfettamente asciutto. Poi, dovremmo trasferire gambi e foglie in un contenitore di vetro foderato con carta da cucina utile per assorbire eventuale umidità. Infine, dovremmo coprire il contenitore con della carta di alluminio per uso alimentare e riporre il contenitore nel ripiano del frigo destinato alle verdure.

Congelare in freezer

Al contrario, se volessimo farne scorta in previsione dell’inverno, usandolo per future minestre, soffritti e stufati, l’ideale sarebbe congelarlo.

Anche in questo caso dovremmo partire da un sedano perfettamente asciutto. Poi, per rendere più facile l’utilizzo, potremmo tagliare le coste in piccoli cubetti e spezzettare le foglie.

Infine, dovremmo versare coste e foglie all’interno in due diverse buste adatte per il gelo, eliminare l’aria in eccesso e sigillare.

Allora, ecco qui spiegato come pulire il sedano, conservarlo in frigo e congelarlo per preservare qualità, sapore e consistenza.

Lettura consigliata

Come congelare i mirtilli freschi o conservarli con lo zucchero

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te