Come pulire gli scampi per cucinarli alla griglia senza togliere il guscio

Quando il tempo ancora lo permette, dato il perdurare del caldo ancora nel mese di settembre, si può pensare di mangiare fuori. Ma non necessariamente sempre al ristorante. A casa, organizzando una bella tavolata per gli ospiti riuniti nel proprio giardino. L’ideale, in questa occasione, è una sontuosa grigliata di pesce. Che, oltre a fornire un’indimenticabile esperienza di gusto, sarà un ricordo delle vacanze appena trascorse.

Sulla nostra griglia non potranno mancare tranci di salmone e orate. Ma neanche gustosi crostacei come gamberi e scampi. Questi ultimi vengono confusi da molti, ma non sono la stessa cosa.

Differenza tra scampi e gamberi

Gamberi e scampi sono molto apprezzati in cucina per il loro gusto. Ma, spesso, vengono confusi. Per cui potrebbero venir confuse anche le tecniche per prepararli, influendo in negativo sul risultato finale. I gamberi potrebbero essere più piccoli degli scampi e di colore aranciato. Possono essere mangiati cotti ma anche crudi. Il loro sapore è delicato e quasi dolce e hanno un prezzo inferiore rispetto agli scampi.

Questi ultimi si differenziano dai gamberi perché provvisti di chele, più grandi e con colore che può essere bianco. La carne è tenera e pregiata, il gusto deciso, il prezzo al kg più alto. Vediamo come prepararli per la griglia.

Come pulire gli scampi per cucinarli alla griglia senza togliere il guscio

Per una grigliata sensazionale possiamo servire ai nostri ospiti scampi con il guscio. In questo modo le carni resteranno morbide. Basterà lavare per bene i crostacei sotto acqua corrente. Facendo attenzione a eliminare l’eventuale presenza di uova sui ventri. Uno per uno si appoggeranno i crostacei sul palmo della mano e, con delle forbici, si inciderà la pancia dalla coda alla testa.

Gireremo quindi gli scampi staccando un minimo la loro testa e, con uno stecchino, sfileremo le interiora. Dovremo quindi sciacquare nuovamente con acqua corrente e disporre sulla griglia in cottura. Ecco come pulire gli scampi per cucinarli nella griglia. Ma scopriamo anche come servirli.

La salsa ideale per condire un piatto di pesce

Terminata la cottura alla griglia, potremo servire gli scampi ai nostri ospiti. Potremo presentarli su un piatto da portata sistemati su un letto di foglie di insalata e accompagnati da fette di limone. Ma il limone non è l’unico condimento utile per insaporire un piatto di pesce.

Si possono anche utilizzare delle salse, come la tipica cocktail o una inusuale ma gustosa salsa alla senape. Questa è particolarmente ideale per le carni di salmone ma anche per i crostacei.

Lettura consigliata

Il menù gourmet per una veloce cena di pesce fredda, estiva e anche economica

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te