Come pulire facilmente le ringhiere dei balconi in ferro, vetro o alluminio da sporco ed escrementi di piccione in modo naturale

C’è chi inizia a marzo e chi le posticipa fino all’ultimo, ma una cosa è certa: le pulizie di primavera non si possono saltare. Queste comprendono tutta una serie di lavori noiosi e che evitiamo di fare durante la settimana. Generalmente, aspettiamo le giornate miti e serene per dedicarci a queste attività. A poche settimane dall’arrivo dell’estate, passiamo molto più tempo all’aperto. Una serata in terrazza o a sorseggiare un bicchiere di vino sul balcone diventano quasi un rito. Avere pavimenti del balcone splendenti e le ringhiere pulite renderà questi momenti ancora più piacevoli, soprattutto se li condividiamo con famiglia e amici. Sfortunatamente, polvere, smog ed insetti, ma anche i volatili, contribuiscono giorno dopo giorno a sporcare le nostre ringhiere. Pertanto, prima che sopraggiunga il gran caldo, è necessario pulirle ed oggi vogliamo svelare come fare senza usare prodotti chimici.

Come pulire facilmente le ringhiere dei balconi in ferro, vetro o alluminio da sporco ed escrementi di piccione in modo naturale

Ogni casa ha il suo stile e le ringhiere contribuiscono a delinearlo. Per questo motivo, non tutte le ringhiere sono fatte dello stesso materiale e forma. Avremo quelle più o meno lineari e tra i materiali più comuni ci sono il ferro, l’alluminio e il vetro. Per prima cosa, a prescindere dal materiale della nostra ringhiera, per ottenere un buon risultato sarà necessario liberarsi della polvere. Passare al lavaggio prima di spolverarle potrebbe restituirci un risultato poco soddisfacente e lasciare residui di sporco. Per farlo, usiamo un panno morbido in cotone leggermente inumidito con acqua oppure un piumino antistatico. A questo punto, rimossa la polvere, sarà più semplice pulire a fondo le nostre ringhiere.

Come procedere

Molte abitazioni contemporanee possiedono ringhiere in vetro. Per renderle pulite, dopo averle spolverate potremo usare una miscela di acqua tiepida e bicarbonato. Vaporizziamo il prodotto sulla superficie, lasciamolo agire per un paio di minuti e puliamo usando un morbido panno in cotone. Il bicarbonato rimuoverà aloni, escrementi e il calcare presente sulla superficie. Per terminare, usiamo un panno asciutto o della carta assorbente ed avremo superfici splendenti.

Se abbiamo una ringhiera in alluminio possiamo usare acqua e sapone di Marsiglia. Questo prodotto non è utile soltanto per il bucato e potrà sorprenderci con i suoi mille utilizzi. Il sapone di Marsiglia ci permetterà di rimuovere con facilità anche lo sporco più ostinato, senza danneggiare le superfici e lasciando un ottimo profumo. Infine, ecco come pulire facilmente le ringhiere dei balconi in ferro. Sono tra le più comuni nelle nostre abitazioni e, dopo aver rimosso la polvere, possiamo agire in due modi. Uniamo il succo di un limone in mezzo litro d’acqua e rimuoviamo ogni residuo con un panno in microfibra. In alternativa, scegliamo l’aceto. Questo prodotto è formidabile contro il calcare e renderà pulite le ringhiere senza fatica.

Il consiglio in più

Evitiamo sempre di utilizzare strumenti abrasivi che possono rovinare la vernice. In caso di sporco ostinato, basterà lasciare agire il prodotto più a lungo prima di procedere. Se vogliamo rendere lucide le nostre ringhiere in ferro possiamo usare della cera d’api oppure dell’olio.

Lettura consigliata

Sembra impossibile ma per allontanare definitivamente i piccioni dal balcone bastano 4 trucchetti furbi poco conosciuti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te