Come provare a ricostruire l’albero genealogico di famiglia

I nobili e gli aristocratici da sempre sfoggiano l’albero genealogico di famiglia, magari con tanto di ritratti secolari, sopra il classico camino. Avere sangue blu è ancora giustamente un vanto nell’epoca della multimedialità. Ma ci sono anche tante famiglie di normali discendenze, che possono chiedersi da chi provengano e se tra gli avi potesse esserci qualcuno di importante. Una domanda che ci fanno spesso anche i nostri bambini, fantasticando e immaginando avi cavalieri, condottieri ed eroi senza macchia e senza paura. Oggi gli Esperti della nostra Redazione daranno l’idea di come provare a ricostruire l’albero genealogico di famiglia, magari disegnandolo proprio assieme ai nostri bambini.

Il punto di partenza

La prima cosa da fare per cercare di risalire ai propri avi è ovviamente quella di “spulciare” tra diari, fotografie e documenti scritti di famiglia. Questa azione può essere ovviamente utile per risalire fino a tre o quattro generazioni. Solitamente nelle soffitte e nelle cantine di casa possiamo trovare materiale che possa dare l’avvio alla nostra ricerca.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Il disegno dell’albero

Come provare a ricostruire l’albero genealogico di famiglia, se non acquistando una carta pergamena e disegnando il classico albero generazionale? Se saranno presenti i nostri bambini nell’azione, sarà per loro sicuramente un grande divertimento. Ma anche un motivo di relax e di curiosità per noi stessi. Disegnare l’albero genealogico di famiglia, utilizzando magari una penna stilografica, o addirittura una con la china, avrà anche un suo fascino retrò.

Siti web

Fino a vent’anni fa, l’unico modo per risalire ai nostri avi, senza testimonianze dirette, sarebbe stato quello di andare a cercare nella biblioteca comunale, negli archivi e nelle anagrafi. Oggi invece, con la complicità di Internet, possiamo avvalerci di alcuni siti web, in grado di fare al caso nostro. Diffidiamo di quelli che ci promettono di farci arrivare fino a qualche avo presente alle crociate, utilizziamo invece quelli che si basano sui dati statistici. Ecco l’elenco dei siti da consultare:

a) familysearch.org;

b) myheritage.it;

c) ancestry.it;

d) worldgenweb.org

Approfondimento

Cosa fare a casa da soli senza annoiarsi da morire

Consigliati per te