Come proteggersi dalle truffe online ora che questi crimini sono in aumento

Il coronavirus ha cambiato in modo radicale le abitudini dei cittadini italiani. Si passa più tempo al computer e a fare la spesa online non è più un tabù come invece accadeva prima del lockdown.

Se da una parte questi cambiamenti hanno semplificato la vita ai consumatori, dall’altra hanno rappresentato un’occasione d’oro per i truffatori online. Per questo motivo gli Esperti di ProiezionidiBorsa hanno deciso di spiegare ai lettori come proteggersi dalle truffe online ora che questi crimini sono in aumento.

Di quanto sono aumentate le truffe online?

Il lockdown della scorsa primavera ha comportato delle restrizioni mai viste prima nella storia d’Italia. Tali restrizioni hanno, tuttavia, implicato una drastica riduzione di alcune categorie di crimini. Si è, infatti, assistito ad un forte calo nei crimini violenti. In particolare, rapine e omicidi.

Allo stesso tempo, però, le difficoltà vissute durante la crisi hanno aumentato altri reati legati all’usura e, soprattutto, ai crimini perpetuati online. Infatti si è registrato un progressivo aumento delle denunce per reati, quali truffe online e furti di identità, di quasi il 25%. Questi reati, quasi sempre non lesivi dell’incolumità, hanno però delle forti ricadute economiche.

Come difendersi dalle truffe del web

In che modo, allora, proteggersi dalle truffe online ora che questi crimini sono in aumento? Ci sono alcune raccomandazioni di base che è essenziale osservare.

Prima di tutto, bisogna evitare di utilizzare la stessa password per ogni account. Questo consiglio è particolarmente utile quando si parla di siti in cui è necessario inserire i dati della propria carta di credito.

Al riguardo è importante ricordare che una password sicura deve contenere più di otto caratteri. Ed essere formata da lettere, numeri e caratteri speciali. Per caratteri speciali si intendono simboli, quali il punto interrogativo o di esclamazione.  È, inoltre, importante non aprire e-mail di cui non si conosce l’origine. In queste e-mail potrebbero, infatti, celarsi dei virus capaci di insediarsi nei pc e carpire i dati del proprietario. Infine, è estremamente importante non lasciare i propri dati personali in siti di cui non si è sicuri.

Consigliati per te