Come preparare una pastiera dal profumo inebriante e da leccarsi i baffi

Questo dolce tipico pasquale è fatto di pasta croccante con ripieno morbido. Il profumo ed il sapore cambiano a seconda delle spezie e degli aromi utilizzati.

La pastiera non va intesa solo come un classico da preparare nel periodo pasquale ma, anche e soprattutto, come dolce capace di rievocare momenti indelebili.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Il profumo che emana, infatti, è unico ed inconfondibile. Motivo per cui, personalizzarlo, significa, lasciare un segno indelebile.

Chi, utilizzerà poi la ricetta, non potrà non pensare all’autore della stessa.

Vediamo allora come preparare una pastiera dal profumo inebriante (dose per 4 teglie dal diametro di circa 28 cm l’una)

Ingredienti per la preparazione della pasta frolla (da effettuare il giorno prima):

a) 1 kg di farina 00;

b) 300 gr di zucchero;

c) 2 bustine di lievito;

d) 6 uova;

f) 260 grammi di sugna.

Quest’ultimo ingrediente è sicuramente “speciale”. Tipico della cucina contadina di qualche decennio fa, lo strutto infatti , oggi poco utilizzato, è il segreto per ottenere una pasta frolla

friabile e per contribuire a preparare una pastiera dal profumo inebriante.

Passiamo ora al ripieno. Ecco gli ingredienti:

a) 1 kg di ricotta;

b) 1 kg di grano;

c) 1 kg di zucchero;

d) 8 uova;

e) 2 bustine di vanillina;

f) 2 fiale millefiori;

g) 150 gr di canditi ( o se si preferisce di buccette di arancia)

Per cuocere il grano occorrono:

a) 600 ml di latte;

b) 1 cucchiaino di cannella;

c) 60 gr di strutto (o burro);

d) 1 scorzetta di limone grattugiato (preferibilmente biologico).

Chi utilizza il Bimby , può cuocere il grano a 90 gradi, velocità 1, per circa mezz’ora. In caso contrario questo passaggio può essere fatto a mano. Si versa il grano nel latte e con l’aggiunta degli ingredienti indicati, si ultima la cottura sui fornelli.

Far raffreddare bene!

Come procedere allora per preparare una pastiera dal profumo inebriante

Un altro segreto consiste nell’amalgamare la ricotta setacciata e lo zucchero almeno 24 ore prima. Tenerli in una ciotola, coperti con la pellicola, così da far sciogliere perfettamente lo zucchero.

Una volta uniti al grano precedentemente cotto e fatto raffreddare, la ricotta e lo zucchero, continuare con l’aggiunta dei tuorli d’uovo, e poi con gli albumi precedentemente montati a neve.

Alla fine aggiungere millefiori e canditi ( o se si preferisce la buccetta di arancia).

Altra cosa che non tutti sanno,  per ottenere una pastiera dal profumo inebriante, è fondamentale tenere il composto, per qualche ora in frigo. Questo passaggio permette agli ingredienti di  amalgamarsi perfettamente.

Stesa la pasta frolla , si adagia sulle teglie precedentemente imburrate e infarinate,  e si versa all’interno il ripieno.

Posizionate le listarelle di pasta frolla sulla parte superiore del dolce, si passa alla cottura (170 gradi per circa 2 ore).

O comunque fino quando il dolce non avrà un colore dorato.

È preferibile consumare il dolce, che a questo punto avrà un profumo ed un sapore inebriante, almeno 24 ore dopo la cottura!

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te