Come preparare una deliziosa conserva di verza senza cottura e avere a disposizione un contorno alternativo che potrà essere utile in qualsiasi occasione, anche in estate.

La verza è un ortaggio che cresce durante la stagione autunno-invernale. È presente nei negozi ortofrutticoli dal mese di ottobre fino ad aprile, dopodiché abbiamo la possibilità di gustarla soltanto se abbiamo preparato delle conserve con questo buonissimo e salutare ortaggio.
Infatti, la verza svolge un’azione decongestionante, digestiva, antinfiammatoria, analgesica, astringente, calmante ed è ottima per la buona circolazione del sangue.
In questo articolo spieghiamo come preparare una deliziosa conserva di verza senza cottura e avere a disposizione un contorno alternativo che potrà essere utile in qualsiasi occasione, anche in estate. Potremmo utilizzare la conserva di verza per organizzare una cena all’ultimo minuto gustandola su dei crostini di pane o su delle tartine come antipasto. Vediamo come prepararla.

Ingredienti

a) 1 verza;
b) 500 ml di acqua;
c) 2 peperoncini;
d) 500 ml di aceto bianco;
e) 1 cucchiaio di sale;
f) olio di oliva quanto basta;
g) origano essiccato quanto basta.

Come pulire la verza

Tagliare la base dura del torsolo. Eliminare le prime foglie esterne, quelle più dure, staccandole dall’attaccatura del torsolo effettuando una piccola pressione.
Lavare la verza e tagliarla a listarelle aiutandosi all’inizio con un coltello grande e robusto, per dividerla in due. Successivamente, con un coltello piccolo e a punta effettuare un taglio a triangolo per staccare la parte dura del torsolo.
Sfogliare tutta la verza, lavare bene le foglie ed eliminare l’eccesso di acqua.
Prendere un tagliere, sovrapporre più foglie e tagliare a listarelle. Procedere in questo modo fino a terminare.

Come preparare una deliziosa conserva di verza senza cottura e avere a disposizione un contorno alternativo che potrà essere utile in qualsiasi occasione, anche in estate

Procedimento

In una ciotola mettere le foglie tagliate e del sale. Mescolare bene, aggiungere l’aceto bianco e l’acqua fino a coprire tutte le foglie. Lasciare in ammollo per 4 o 5 ore, ricordando di girare almeno due volte in quest’arco di tempo.
Togliere la verza dalla ciotola, scolarla e strizzarla con le mani. Stendere un telo sul tavolo, poggiarci la verza e coprire con un altro telo. Lasciare così per tutta la notte.
Il giorno successivo rimettere la verza in una ciotola e aggiungere l’origano essiccato e il peperoncino tagliato a pezzetti.

Sterilizzare per mezz’ora i barattoli in molta acqua. Quindi sistemare la verza al loro interno. Pressarla bene con le mani e versare l’olio di oliva fino a un centimetro dal bordo di ciascun barattolo. Chiudere i barattoli.

Potranno essere aperti per mangiare la verza solo a partire da 48 ore dopo la loro preparazione. La conserva può essere tenuta in frigo per una settimana.

Se intendiamo conservarle per mesi allora bisogna sterilizzare nuovamente i barattoli.
Metterli in una pentola con l’acqua e farli bollire per una ventina di minuti.
Trascorso questo tempo, lasciarli raffreddare nell’acqua.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te