Come preparare un latte di mandorla fatto in casa senza zucchero e pochissime calorie

In estate c’è una costante voglia di bere qualcosa di fresco e buono. In commercio si trovano tante bevande squisite. Molte di esse, però, rischiano di avere valori nutrizionali al di sopra delle soglie consigliate dagli esperti. Questi ultimi, ad esempio, suggeriscono di limitare il consumo di quelle particolarmente ricche di zucchero.

E allora può, ad esempio, diventare utile conoscere i trucchi su come preparare un latte di mandorla fatto in casa. Una bevanda che custodisce i benefici della materia prima che la compone, preparata senza zucchero.

Non è difficile fare questa bevanda alla mandorla in casa

Tra le poche avvertenze da considerare c’è il doversi organizzare per preparare questo latte di mandorla almeno una giornata prima di quando lo si vuole consumare. Non perché la procedura sia difficile, ma per alcune attese da rispettare.

La procedura è davvero molto semplice e gli ingredienti necessari sono essenzialmente 2. Servono infatti:

a) mandorle (con la pellicina);

b) acqua.

Per ciò che riguarda le proporzioni tra i 2 ingredienti, va bene mantenere quella di 1 a 5. Se si utilizzerà, ad esempio, mezzo litro d’acqua, si dovranno avere a disposizione 100 g di mandorle. Qualora, invece, si voglia aumentare la quantità del prodotto finale si dovrà, ad esempio, raddoppiare entrambe le quantità.

Come preparare un latte di mandorla fatto in casa senza zucchero e pochissime calorie

La prima cosa da fare è lasciare le mandorle in acqua per circa 8 o 10 ore. Passato questo tempo sarà facile rimuovere la pellicina, anche solo con le mani.
Successivamente si dovranno frullare con un bicchiere d’acqua. In questo caso solo chi vuole potrà aggiungere un po’ di zucchero.

Parallelamente si dovrà creare una struttura a strati con 3 componenti. Un tovagliolo pulito, possibilmente inodore e di una stoffa come il lino. Quest’ultimo dovrà essere posto al di sopra di uno scolino e di un recipiente.

A quel punto con il bicchiere del frullatore si potrà versare tutto il composto ottenuto sul tovagliolo. Successivamente si dovrà aggiungere l’acqua che, in un certo senso, spingerà il latte di mandorla verso il contenitore in basso, beneficiando anche del filtro dello scolino.

Agitare sempre prima di versarlo

L’ultimo step sarà quello di creare un fagotto con il tovagliolo e la parte di composto di mandorle residue, in maniera tale da strizzarlo sullo scolino e beneficiare dell’ultima parte di liquido creato.

Per avere un freschissimo latte di mandorla fatto in casa non bisognerà far altro che mettere il liquido del contenitore in una bottiglia, avvalendosi preferibilmente di un imbuto. Successivamente si dovrà mettere questo prodotto in frigo, in maniera tale da poterlo avere sempre sufficientemente fresco.

Prima di servirlo va sempre agitato direttamente in bottiglia. E subito dopo si potrà bere, beneficiando di una bevanda senza zucchero aggiunto (o poco, se lo si è messo) e poche calorie. Diventerà un’ottima soluzione, ad esempio, per una colazione o una merenda sana. Ed è, tra l’altro, anche un elemento da utilizzare ad esempio nella preparazione di alcuni dolci.

Ed è solo una delle possibili preparazioni casalinghe, considerato che ad esempio si può fare in casa anche un ottimo gelato con poche calorie.

Lettura consigliata

Semplicissima, gustosa e leggera questa ricetta per cucinare le melanzane al forno con il pangrattato e non solo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te