Come preparare dei dissetanti e golosi ghiaccioli alla frutta in pochi minuti per sconfiggere il caldo torrido

ghiaccioli

Non dà tregua la morsa del caldo che sta attanagliando l’Italia da diverse settimane. C’è da scommettere, ormai, che questa frase la leggeremo probabilmente fino ad agosto inoltrato. La colonnina di mercurio non accenna a scendere e il clima non prevede grandi scossoni in arrivo.

Per questo bisogna continuare a idratarsi in ogni modo. Alleggerendo la nostra alimentazione, aumentando il consumo di acqua e di tutti i suoi derivati. Nutrendosi, poi, di verdura e frutta e cercando di eliminare tutti quei cibi difficilmente digeribili, soprattutto nei pasti serali.

Tutte cose che si ripetono ciclicamente ogni anno, ma che in questo torrido 2022 sembrano valere ancora di più. Uno dei cibi che va per la maggiore nel periodo estivo è il gelato. Spesso può sostituire anche il pranzo, ma è soprattutto la sera che si preferisce mangiarlo, magari a seguito di una passeggiata, quando la temperatura si abbassa.

Un ristoro goloso che, però, può portare ad aumentare il consumo di acqua. Allora, per qualcuno, meglio una granita o un frappè, considerati ancora più freschi. Tuttavia, durante la giornata, dopo pranzo e nelle ore centrali del pomeriggio, è abbastanza consueto, soprattutto tra i ragazzi, il consumo del ghiacciolo.

Un prodotto che viene da lontano, portato in Italia dagli americani durante la Seconda Guerra Mondiale, che ha segnato un’epoca soprattutto negli anni Sessanta e Settanta. Oggi vedremo come poterlo preparare e conservare in casa, con un procedimento che, in meno di mezz’ora, ci consentirà di assaggiarne di tutti i tipi.

Indice dei contenuti

Come preparare dei dissetanti e golosi ghiaccioli alla frutta in pochi minuti per sconfiggere il caldo torrido

Partiamo dagli ingredienti. Quelli fondamentali sono due. L’acqua, circa 500 ml, e lo zucchero, poco meno di 40 grammi. Dopodiché, possiamo utilizzare gli sciroppi già presenti in commercio oppure decidere di prepararli da noi. Optiamo per la prima possibilità, perché, chiaramente, la sola preparazione dello sciroppo necessiterebbe di una giornata. Il tempo necessario per permettere all’alimento scelto di rimanere in infusione.

Se abbiamo fretta di gustarci il nostro ghiacciolo e, come dei piccoli chimici, con più sciroppi a disposizione, potremmo sbizzarrirci nelle combinazioni. La base, però, sarà sempre la stessa. Quindi, muniamoci di un pentolino, versiamo l’acqua e lo zucchero e portiamo fino all’ebollizione, mescolando bene, in modo che quest’ultimo si sciolga.

Quando arriverà a bollitura, lasciamo andare a fuoco vivo per altri 2 o 3 minuti. Quindi spegniamo. A quel punto, possiamo creare la nostra combinazione preferita. Con degli sciroppi o aggiungendo semplicemente del succo di limone o di arancia, oppure ancora frullando finemente dell’altra frutta a piacere.

Amalgamiamo bene il tutto, facciamo raffreddare, per poi mettere in frigorifero per una trentina di minuti. Dopodiché, tiriamo fuori e andiamo a versare il liquido in appositi stampini. In alternativa, possiamo utilizzare dei bicchieri di plastica, inserendo poi i classici bastoncini di legno.

Trasferiamo il tutto nel congelatore e in qualche ora avremo il risultato finale, pronto per essere mangiato. Abbiamo visto, dunque, come preparare dei dissetanti e golosi ghiaccioli alla frutta e non solo. Un metodo semplice e veloce, da ripetere più volte nel corso dell’estate. Attenzione, poi, perché, terminato il nostro ghiacciolo, potremmo riutilizzare gli stecchi di legno in tanti modi, utili sia per la casa che per il giardino.

Lettura consigliata

Come fare un buon gelato in casa senza gelatiera e in pochi minuti evitando di spendere inutili soldi al bar

Consigliati per te