Come prepararci ai controlli da fare a dicembre per tutte le fasce d’età con questa guida utilissima per la prevenzione

Se ottobre è il mese della prevenzione concentrata sul tumore al seno, dicembre è il mese che chiude l’anno di tutti gli esami da fare. A proposito di tumore al seno, proprio recentemente abbiamo parlato del fatto che questo non deve essere associato solamente alle donne.

Infatti, forse non tutti sanno che il tumore al seno potrebbe colpire pure gli uomini e per essere informati su tutto quello che c’è da sapere e su chi è a rischio, l’AIRC ci viene in aiuto. Il team di ProiezionidiBorsa si è soffermato sui tipi di esami da fare frequentemente per ciascuna fascia d’età, poiché la prevenzione è l’unica arma che abbiamo per scongiurare problematiche future.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Abbiamo parlato di quali controlli dovrebbero fare gli uomini e di quali dovrebbero fare le donne a partire dai 10 anni di età fino a oltre 50 anni, la cui fascia risulta essere quella più a rischio. Adesso vediamo come prepararci ai controlli da fare a dicembre per tutte le fasce d’età con questa guida utilissima per la prevenzione.

Cosa sostiene la Fondazione Veronesi

La Fondazione Veronesi ha stilato una guida molto utile per aiutarci sulla preparazione dei controlli da fare e su tutto ciò che c’è da sapere. Soffermiamo la nostra attenzione sulle donne e poniamo una domanda: siamo sicure di sapere la differenza tra ecografia e mammografia?

Questa è una delle tante domande per prepararci al meglio verso tutti gli esami che dovremmo fare, utili alla prevenzione. Parlando di tumore al seno, queste due tecniche di analisi sono le più efficienti per diagnosticarlo, ma qual è la differenza?

La mammografia, innanzitutto, è consigliata dopo i 40 anni. Si tratta di una tecnica che comprime il seno per vedere la ghiandola mammaria, in presenza di noduli scoperti tramite l’autopalpazione. L’ecografia, invece, è consigliata per le donne di età inferiore ai 40 anni e tramite una sonda e un gel sulle mammelle si studia la loro struttura.

Il pap-test è un esame per diagnosticare, invece, l’eventuale presenza di tumore del collo dell’utero tramite un piccolo attrezzo indolore che preleva le cellule presenti e le trasporta su dei vetrini per l’analisi. Questo test è consigliato per tutte le fasce d’età, così come l’ecografia.

Adesso spostiamo l’attenzione sugli uomini, e come per le donne, si deve procedere con l’autopalpazione dei testicoli e con dei controlli frequenti dal medico specialista per scongiurare problematiche relative all’organo riproduttivo e alla prostata.

Come prepararci ai controlli da fare a dicembre per tutte le fasce d’età con questa guida utilissima per la prevenzione

Questi esami sono di fondamentale importanza per prevenire la presenza di futuri ed eventuali tipi di tumori diffusi. I tumori del seno, dell’utero e della prostata sono quelli più frequenti. A partire dai 18 anni è bene fare un’ecografia ai testicoli mentre dai 40 anni in su il controllo alla prostata. L’autopalpazione, invece, è molto importante e si dovrebbe fare a tutte le età.

Approfondimento

Pochi sanno che perdita di peso e feci dalla forma particolare potrebbero essere i sintomi di questo cancro

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te