Come ottenere il pass nazionale per viaggiare in Italia e tutto ciò che dobbiamo sapere al riguardo

Dopo l’ennesimo anno di restrizioni finalmente si potrà tornare a viaggiare. L’economia del Paese tornerà a vivere anche grazie al turismo che ora può ripartire in sicurezza.

Notizia degli ultimi giorni, è infatti quella che tra il periodo di metà maggio e metà giugno verranno incrementati e favoriti i movimenti da e per l’estero.

Infatti, dal 15 giugno i turisti si potranno finalmente spostare in tutta Europa, con l’apposito green pass europeo, senza dover più sottostare a stringenti regole.

Ma l’Italia corre ai ripari favorendo questi spostamenti sul territorio nazionale già dal 16 di maggio. Il tutto per favorire ed incentivare la macchina del turismo, uno dei settori maggiormente colpiti da questa pandemia.

Come ottenere il pass nazionale per viaggiare in Italia e tutto ciò che dobbiamo sapere al riguardo

Questo pass sarà cartaceo o digitale ed è la grande novità del programma. Il cambiamento volto ad incentivare il turismo è quello mirato alla cancellazione dei periodi di quarantena. Infatti, i turisti stranieri non dovranno più sottoporsi a questo periodo di isolamento una volta entrati in Italia e si favorirà una maggior facilità negli spostamenti sul suolo nazionale. Ma non solo per gli stranieri.

Infatti, questo pass nazionale verrà utilizzato anche per favorire gli spostamenti tra Regioni di diverso colore. E soprattutto per tutti quegli italiani che rientreranno dall’estero.

Questa novità sarà utile soprattutto per far sì, che chiunque entri sul suolo italiano, possa godere sin da subito del nostro bel Paese. Evitando così di sottoporsi ad una serie infinita di tamponi o comunque ad un periodo di isolamento forzato. Questo danneggerebbe il turismo creando problemi sulle prenotazioni e invogliando qualsiasi turista ad indirizzarsi su altri Paesi.

Esistono dei requisiti indispensabili?

Il Governo ha stabilito tre requisiti indispensabili per poter predisporre del pass nazionale.

Il primo è sicuramente quello di aver ricevuto il vaccino: in un semplice documento devono essere indicate le somministrazioni a cui ci siamo stati sottoposti ed i nostri dati anagrafici.

In alternativa potremmo presentare una dichiarazione di guarigione dal virus. Chiunque di noi abbia contratto e sconfitto il Covid 19 dovrà farselo certificare dal medico curante.

Infine, avremo diritto al pass in caso di tampone negativo. Dovremmo semplicemente sottoporci ad un test antigenico rapido o molecolare e mostrarne l’esito. Anche i minori dovranno sottoporsi a questa procedura in caso di mancata guarigione dal virus o in mancanza di vaccinazione.

Ricordiamoci che questo pass avrà una validità di diversa durata: per i vaccinati o guariti il periodo di validità è di 6 mesi, mentre solo di 48 ore per tutti quelli che faranno il tampone.

Ora sappiamo come ottenere il pass nazionale per viaggiare in Italia e tutto ciò che dobbiamo sapere al riguardo. Finalmente siamo pronti per prenotare le nostre vacanze nel nostro amato Paese.

Approfondimento

Se al Lettore interessa l’argomento si consiglia questa lettura.

Consigliati per te